Delfini Del Ponente APS

Associazione di promozione sociale

Tag: wildlife photography

Bye-bye Léna!

Salutiamo la nostra Intern Coordinator Léna con il suo racconto di questi mesi un pò particolari! [Eng below]

Ciao a tutti!

Sono arrivata a fine febbraio, e nonostante il lockdown è stata una bellissima esperienza !

Abbiamo aspettato di uscire in mare con molta pazienza e nel frattempo, con il team e la nostra stagista Giulia, abbiamo fatto un mese di lezioni a casa tramite Skype.

delfini sunset liguria

Quando finalmente siamo riusciti ad uscire di nuovo in mare, a maggio, abbiamo avuto tanta fortuna ! Condizioni meteo bellissime, con tanti avvistamenti : gruppi di stenelle striate, tursiopi presenti ad ogni uscita e anche molte specie di uccelli : berte maggiori e minori, sule, skua, uccelli delle tempeste… e una tartaruga Caretta caretta. Uno degli avvistamenti più spettacolari è stato quello di due capodogli ! Poter avvicinarli dal gommone è stata un’esperienza magica, ed aspettarli sotto il sole ne è valsa la pena !

Anche le mie ultime uscite di giugno sono state molto ricche ! Sempre più avvistamenti di uccelli marini : berte e sule giovani, diversi gruppi di tursiopi ! Senza dimenticare il primo bagno dell’anno dal gommone ! Ma sopratutto, l’incontro con Codamozza e il suo monitoraggio, è stata un’esperienza davvero indimenticabile e molto impegnativa. Auguro un esito positivo al viaggio di questa balenottera.

ricerca tursiopi gommone bagno liguriaIl mio ultimo avvistamento è stato quello dei tursiopi al tramonto. Un vero spettacolo! Niente di meglio per concludere questa avventura !

Davide e Elena, sono delle persone molto amichevoli, interessanti e appassionate al loro lavoro. Mi hanno insegnato molto, sulla foto identificazione per esempio, e sono davvero felice di aver fatto parte della team Delfini del Ponente. Penso anche a Enrico, con cui ho potuto imparare di più sugli uccelli, e anche a Lorenzo con cui ho fatto gli ultimi survey.

Questi mesi sono stati molto formativi e mi sono piaciuti così tanto che avrei voluto stare più a lungo. Seguirò comunque con attenzione e curiosità le prossime avventure di questo team !

Grazie a tutti. Alla prossima.

Léna

capodoglio liguria coda balena

We say good-bye to our Intern Coordinator Léna with her tales from these unusual months!

Hi everyone!

I’ve arrived at the end of February, and despite the lockdown, it has been an amazing experience!

We waited to go out at sea very patiently and in the meantime, with the team and our intern, Giulia, we did a month of lessons at home via Skype.

When we finally managed to go out at sea again, in May, we were so lucky! Beautiful weather conditions, with many sightings: groups of striped dolphins, bottlenose dolphins present at each survey, and also many species of birds: shearwaters, gannet, skua, storm petrel… and a sea turtle Caretta caretta. One of the most spectacular sightings was that of the two sperm whales. Being able to approach them from the zodiac was a magical experience and waiting for them under the sun was totally worth it!

uccello marino Ddp

Even my last surveys in June have been very rich! More and more sightings of sea birds, different groups of bottlenose dolphins. Without forgetting the first swim of the year from the boat! But above all, the encounter with Fluker and its monitoring was a truly unforgettable and very demanding experience. I wish a positive outcome for the trip of this whale.

Fluker whale tailess

My last sighting was that of the bottlenose dolphins at the sunset. A real show! Nothing better to end this adventure!

Davide and Elena are very friendly people, interesting and passionate about their work. They taught me a lot, about photo-identification for example, and I’m really glad to have been part of the Delfini del Ponente team. I also think of Enrico, with whom I was able to learn more about birds, and also of Lorenzo with whom I’ve done the ultimate surveys.

These months have been very formative and I’ve liked it so much then I wish I could have stayed longer! However, I will follow with attention and curiosity the next adventures of this team!

Thank you all. Until next time.

Léna

Il nostro amico Plinio e le sue avventure!

[Eng below] Ed eccoci nuovamente a parlare di un delfino un po’ speciale, che sta molto a cuore a noi di Delfini del Ponente: Plinio.

Come molti sapranno, Plinio è stato il nostro primo avvistamento lo scorso anno, ancor prima di iniziare le uscite del progetto, segnalato da Plinio ‘originale’ (istruttore dello Yatch Club Imperia) all’interno del porto di Oneglia. Era una giornata uggiosa di inizio aprile del 2018, e da lì ci sono spesso arrivate segnalazioni di questo bel delfinone all’interno del porto.

Plinio il tursiope nel Porto di Oneglia

Plinio nel porto di Oneglia nel 2018

Cosa ci faceva? Be, a giudicare dai suoi comportamenti, movimenti e frequenza di immersione era ‘al mercato’ del pesce! Dove trovare così facilmente prede con poco sforzo se non proprio all’interno del porto, pieno di grossi cefali e altre ‘prelibatezze’?

Gli incontri con Plinio si sono poi fatti molto sporadici, pensate che in tutta l’estate l’abbiamo incontrato solo …. 3 Volte!

Inizia il 2019, ed ecco che si ricomincia con le uscite per il progetto. Manco a farlo apposta, durante la nostra seconda uscita di gennaio, ci chiama la Capitaneria di Imperia per segnalarci la presenza di un delfino nel porto di Oneglia e…indovinate un po’? Si trattava sempre del nostro mitico Plinio! Primo avvistamento anche del 2019.

Plinio nel Porto di Oneglia 2019

Plinio nel porto di Oneglia nel 2019

A distanza di poco purtroppo ci arriva invece un’altra chiamata, di quelle che non ti aspetti e ti lasciano con l’amaro in bocca. Un tursiope si è spiaggiato a Diano, è un maschio di grosse dimensioni, e la sua dorsale, sebbene molto rovinata a causa dell’essere stato trascinato sulla battigia, potrebbe ricordare quella di Plinio.

Non è possibile dire con certezza che si tratti di lui, ci sono almeno altri 2 delfini nel nostro catalogo che potrebbero ricordare la forma di questa dorsale. Perciò da quel momento abbiamo un altro scopo durante le nostre uscite: cercare di riavvistare Plinio, per scongiurare che fosse proprio lui il delfino morto!

Passa tutto febbraio, e marzo sembra non aiutarci con le meteo: un susseguirsi di vento e onde che ci costringono a rimanere a terra. Finchè, finalmente, verso fine mese ci aspettano due weekend con condizioni perfette: grandi avvistamenti sia il 23 che il 24 marzo, ma di Plinio neanche l’ombra.

Plinio avvistato lo scorso 30 marzo

Plinio avvistato lo scorso 30 marzo

Il vero momento di gioia è stato però il 30 marzo, quando, avvicinato un gruppo (come sempre avvistato da Davide, c’è da dirlo? =P) vediamo avvicinarsi con fare spavaldo un grosso delfino al nostro gommone: ‘E’ Plinio!’ gridiamo in coro! E ci fa vivere 5 secondi di emozione pura, sfilando davanti alla prua della barca appena sotto il pelo dell’acqua e facendosi ammirare nella sua interezza. E, posso assicurarvelo, mentre noi eravamo a bocca aperta, Plinio si è girato leggermente verso di noi per osservarci con curiosità!

Buona fortuna per tutte le tue avventure, Plinio!

Elena

[Eng]Here we are again, to talk about a special dolphin, that we really care about: Plinio.

As many of you might remember, Plinio was our first bottlenose dolphin sight last year, even before the start of the surveys for the project Delfini del Ponente. Another Plinio, the original one, sail instructor of the YCImperia, called us because there was a dolphin inside the Oneglia harbour. It was a rainy day at the beginning of April 2018 and since then we had several notifications of the presence of the dolphin in the harbour.

What was he doing? From what we could see and monitor, he was at the ‘fish market’! In fact, where would you go if you want food easily catchable and without much effort if not inside the harbour?

Plinio con alle spalle il Parasio

Plinio in the Harbour in 2018

We didn’t meet Plinio too often during the Summer months, just about 3 times.

2019 started and there we are again with the Project surveys. Unbelievably, during our second survey in January, the Capitaneria of Imperia called us saying there was a dolphin inside Oneglia harbour. And guess what? It was Plinio again! First sighting both in 2018 and 2019.

A few weeks later, we received another call, a sad one that time. A bottlenose dolphin stranded in Diano Marina, it’s a quite big male and its dorsal fin, even if spoiled on the sandy beach, could remind us Plinio’s one.

It was not possible to say with certainty whether it was Plinio or not, there are at least another couple of dolphins with a similar fin in our catalog. For this reason, since then, we had another mission: to spot him again!

Plinio in the Oneglia Harbour in 2019

Plinio in the Oneglia Harbour in 2019

As February pass by, March starts not with the best premises: wind, wind and big waves that oblige us to stay in the office. Finally, at the end of March, two perfect weekends with awesome bottlenose dolphin encounters!

Plinio delfino del Ponente

Plinio spotted in March 2019

The happiest moment for all the crew was on the 30th when Davide (as usual) spotted a group of dolphins close to Sanremo. A big one came close to our zodiac and crossed our way just below the surface: ‘That’s Plinio!’ we shouted. And while we were speechless admiring this huge individual comfortably approaching us, we noticed that Plinio was also very curious and turned its body to check on us!

Good luck with your adventures, Plinio!

Elena

Dagli USA alla ricerca dei delfini liguri, ecco Mike!

Ciao!

Mi chiamo Mike e questo mese sarò uno dei volontari al progetto Delfini del Ponente di Costa Balenae. Sono arrivato in Italia dopo un viaggio durato due giorni, passando per Seattle, Londra, Nizza e infine Arma di Taggia cambiando due aerei, un autobus, due treni e la macchina di Davide dopo essere sceso alla stazione sbagliata. Sono arrivato a quella che sarà la mia nuova casa per questo mese alle 23:00.

L’avventura non è certo finita qui, visto che il team mi ha informato che ci saremmo svegliati presto il mattino seguente per uscire in mare e approfittare della piccola finestra di tempo favorevole per cercare qualche tursiope (Tursiops truncatus). Potrebbe sembrare una cattiva notizia per qualcuno, ma io sono sempre entusiasta alla possibilità di vedere qualche mammifero marino, non importa quanto stanco per il fuso orario!

Sono cresciuto ad Albany, la capitale dello stato di New York. Ho scoperto presto il mio amore per il mare e ho studiato biologia marina all’università di Rhode Island. È stato qui, o meglio al Mystic Aquarium in Connecticut, che è iniziato il mio amore per i mammiferi marini.

Dopo la laurea ho iniziato a lavorare e a viaggiare come naturalista a bordo di una nave di whale watching per gli Stati Uniti, dall’Alaska al Maine, a Washington, alle Hawaii e addirittura Baja in Messico. Anche dopo aver passato quasi dieci anni a cercare mammiferi marini di tutte le taglie e specie, l’idea di vederne, interagire con loro e proteggerli resta sempre entusiasmante. Questo mi ha spinto ad intraprendere questo lungo viaggio.

A quanto sembra i tursiopi (Tursiops truncatus), non erano una specie molto avvistata lungo la costa del Ponente ligure. Questo progetto ha iniziato a fare ricerca sulla presenza di sempre più esemplari negli ultimi anni, concentrandosi sulla potenziale interazione con barche da pesca professionali e pescatori.

L’idea di far parte di una ricerca sui cetacei in una bellissima parte dell’Italia e in un mare che mi è sconosciuto era molto intrigante e mi ha fatto decidere di partecipare al progetto. Dopo un lungo scambio di email con Davide e un arduo viaggio, sono finalmente qui pronto per vedere qualche delfino!

La prima uscita di aprile ci ha lasciati a bocca asciutta, nonostante le quasi sei ore passate a coprire un transetto dell’area di studio. Siamo stati però abbastanza fortunati da vedere molti tunicati, invertebrati gelatinosi anche conosciuti come “salpe”, e una berta minore che planava bassa sull’acqua in lontananza. Ma, tra i tanti pescherecci che operavano sulla superficie vitrea dell’acqua, non siamo riusciti a vedere nessun delfino. Aspetto con ansia di uscire di nuovo in mare e partecipare a tanti altri progetti!

Mike, il nostro volontario dagli Stati Uniti, durante il suo lavoro in Alaska

Mike

Hello!

My name is Mike and this month I am volunteering with Costa Balenae’s Delfini del Ponente program. I arrived in Imperia, Italy after a journey that took two days, passed through Seattle, WA, London, England, Nice, France and Taggia di Arma, Italy and involved two airplanes, a bus, two trains and Davide’s car after getting off at the wrong train station. Finally, I arrived in my new home for the month at around 2300.

The adventure did not end there, however, as the team informed me that we would be getting up early to go out on the water and take advantage of a good weather window to look for Tursiops truncatus, bottlenose dolphins. This may have sounded like rough news for some, but I will always be excited for the potential to see marine mammals no matter how jetlagged.

I was raised in Albany, the Capital city of New York state. I knew early on that I loved the sea and studied marine biology at the University of Rhode Island. It was here, well actually at the Mystic aquarium in Connecticut, that my love of marine mammals began.

After graduating, I began working and traveling as a naturalist aboard whale watching vessels all over the United States from Alaska to Maine to Washington to Hawaii and even Baja, Mexico. Even after the better part of a decade in search of marine mammals of all sizes and species, the prospect of seeing, interacting, and protecting them is still exciting. This led me to sign up for such a long journey and a rapid introduction to Davide & Costa Balenae’s work.

Tursiops truncatus were apparently not a very commonly sighted species along the Western Ligurian coast. This program has begun to research the appearance of more and more of these dolphins over the past few years, focusing on the potential for interactions with commercial fishing boats and their crews.

The idea of getting hands-on with cetacean research in a beautiful part of Italy on a sea that is new to me was very intriguing and I was eager to sign up. After lots of emails with Davide and my arduous travels, I am here and ready to see some dolphins!

Our first search of April came up dry, despite spending nearly six hours patrolling a transect of the survey area. We were fortunate enough to see many pelagic tunicates, gelatinous invertebrates also known as “salps” floating by as well as a Mediterranean Shearwater cruising low on the water in the distance. Among the many fishing boats working the Sea’s glassy surface, we detected not one dolphin. I am looking forward to our next trip out on the water to survey as well as many other projects!

Mike, il volontario dagli Stati Uniti, alle prese con una squalo balena

Mike 

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén