Delfini Del Ponente APS

Associazione di promozione sociale

Tag: santuario Pelagos (Page 1 of 2)

Una passione che arriva da lontano…Federica!

Ciao a tutti!

Mi chiamo Federica e vengo da Torino. La mia passione per i cetacei è nata quando ero bambina in modo molto semplice: guardando per la prima volta in TV il film “Free Willy”. Mi innamorai letteralmente di quell’orca e del suo legame speciale con un bambino problematico che l’aiuterà a tornare in libertà dopo un periodo di cattività in un parco acquatico.

Iniziai così ad accumulare qualsiasi cosa potesse riguardare le orche o i cetacei in generale, dai ritagli di foto trovate sulle riviste alle registrazioni su VHS dei documentari o a passare le giornate sulla mia amatissima enciclopedia degli animali. Ho sempre creduto all’esistenza di una connessione sottile quasi ancestrale tra gli esseri umani ed i cetacei. È indubbio il fatto che siano delle straordinarie creature ma credo che alcuni di noi risentano in modo particolare di questo legame che emerge con una forte attrazione verso questi animali.

Per quanto mi riguarda è proprio nel senso di libertà che essi trasmettono che risiede il loro fascino, oltre ad essere secondo me gli animali più maestosi del pianeta. Sin da piccola il mio sogno è sempre stato quello di voler studiare biologia per poi specializzarmi in biologia marina. Però, quando fu il momento di decidere quali studi universitari intraprendere, nell’ottica di trovare un’occupazione futura sicura, scelsi il corso di medicina e chirurgia. Sicuramente fu una scelta dettata più dalla ragione che dai miei reali interessi o passioni e perciò dopo quattro anni cambiai facoltà e mi iscrissi a biologia.

Non li considero anni persi, penso piuttosto che ogni esperienza abbia da insegnarmi qualcosa soprattutto quelle più difficili. Oggi sono laureata in scienze biologiche, ho terminato gli studi con un elaborato sul sistema di eco-localizzazione dei cetacei, in particolare sui meccanismi di produzione dei click, l’ontogenesi delle strutture anatomiche coinvolte in tale sistema e gli effetti del rumore antropico su di esso; scoprendo così di avere dell’interesse anche per il loro comportamento acustico. Dopo un lungo periodo di lavoro nel campo della ristorazione ho deciso di riavvicinarmi a ciò che veramente mi appassiona candidandomi come stagista per Delfini del Ponente, ed ora eccomi qui ad Imperia!

Per questo ringrazio infinitamente Davide ed Elena per la preziosa opportunità che mi hanno concesso. Durante il primo survey siamo stati particolarmente fortunati nell’incontrare due gruppi di Tursiops truncatus di cui uno molto numeroso. Abbiamo assistito ad uno spettacolo di salti ed acrobazie anche piuttosto ravvicinato tanto da mostrarci quanto i tursiopi siano effettivamente delle forze della natura. Nei giorni successivi, per ristabilire un equilibrio, abbiamo fatto altre due uscite ma senza alcun avvistamento. Questa cosa non mi scoraggia affatto, anzi mi motiva maggiormente ad alzarmi all’alba, se è necessario, per una nuova giornata che si potrebbe rivelare piena di sorprese. Alla peggio si rimane nel “grande blu” per ore, il che poi non è così male!

Alla prossima!

Federica

internship

 

Hello everyone!

My name is Federica and I come from Turin. My passion for cetaceans was born when I was a child in a very simple way: watching the movie “Free Willy” for the first time on TV. I literally fell in love with that orca and its special bond with a problematic kid who will help it return to freedom after a period of captivity in a marine park.

So I began to accumulate anything related to killer whales or cetaceans in general, from clippings of photos found in magazines to VHS recordings of documentaries or spending the days on my beloved animal encyclopedia. I have always believed in the existence of a subtle, almost ancestral connection between humans and cetaceans. There is no doubt that they are extraordinary creatures but I believe that some of us are particularly affected by this bond that emerges with a strong attraction towards these animals.

In my opinion, it’s the sense of freedom that they transmit, that gives them their charm, as well as being, the most majestic animals on the planet. Since I was a child my dream has always been to study biology and then specialize in marine biology. But when it was time to decide which university study to undertake, with a view to finding a safe future occupation, I chose the course of medicine and surgery. Surely it was a choice dictated more by rationality then by my real interests or passions and therefore after four years I changed faculty and enrolled in biology. I don’t consider them years lost, I rather think that every experience has something to teach me, especially the most difficult ones.

Today I have a degree in biological sciences, I finished my studies with a paper on the echo-localization system of cetaceans, in particular on mechanisms of production of clicks, the ontogenesis of the anatomical structures involved in this system and the effect of anthropogenic noise on them. Thus, I discovered that I’m also interested in their acoustic behaviour.

After a long period of work in the restaurant business, I decided to get closer to what really fascinates me by applying as an intern for Delfini del Ponente, and now here I’m in Imperia! For this I’m infinitely grateful to Davide and Elena for the precious opportunity they have given me. During the first survey we were particularly lucky to meet two groups of Tursiops truncatus, one of which was very numerous. We witnessed a show of jumps and acrobatics also quite close so as to show us how much the bottlenose dolphins  are actually forces of nature. In the following days, to restore balance, we had two more surveys, but without any sightings. This thing doesn’t discourage me at all, on the contrary it motivates me more to get up at dawn, if necessary, for a new day that could prove to be full of surprises. At worst you stay in the “big blue” for hours, which is not so bad!

Until next time!

Federica

DDP internship

Nuovi super incontri per il team di Agosto!

Ciao a tutti,

Eccomi pronta con un nuovo, e purtroppo ultimo, resoconto delle attività svolte durante queste settimane di agosto.

Devo ammettere che questa seconda parte del mese è stata veramente ricca di avvistamenti: non solo cetacei ma anche uccelli marini quali la pulcinella di mare e uccelli delle tempeste!

Una giornata speciale è stata senz’altro quella del 16 agosto, giorno del mio compleanno, durante la quale abbiamo effettuato un survey di ben 8 ore. E che survey!

Dopo una prima parte senza avvistamenti abbiamo ricevuto una segnalazione da Elena, a bordo del battello da whale-watching Corsara, di un gruppo di tursiopi.

Seguendo questa segnalazione ci siamo dunque diretti più al largo per tentare di intercettare il gruppo di tursiopi. Prima di riuscirci, però, Davide ha avvistato un gruppo di stenelle che abbiamo prontamente raggiunto ma che, velocissime, si sono allontanate molto in fretta dal gommone, mantenendo un atteggiamento inusuale per questa specie di delfini, che di solito tendono ad interagire a lungo con le imbarcazioni. Poco dopo siamo, finalmente, riusciti ad individuare il gruppo di tursiopi al quale abbiamo fatto molte fotografie che permetteranno di aggiungere questi individui al catalogo.

Sulla via del ritorno, già pronti a gustarci un bel gelato ottenuto con l’ultimo avvistamento di tursiopi, del tutto inaspettatamente, ci siamo imbattuti in un esemplare di pulcinella di mare!!! Inutile cercare di descrivere la gioia di noi tutti, ed in particolare di Enrico, l’ornitologo a bordo. Dopo aver dedicato un lungo servizio fotografico a questo animale abbiamo ripreso la rotta verso Imperia e, per concludere il nostro avvistamento, abbiamo anche osservato una tartaruga marina comune ed un pesce luna.

Nei giorni seguenti siamo riusciti ad effettuare altri due avvistamenti di tursiopi, l’ultimo dei quali particolarmente elettrizzante perché effettuato mentre eravamo in pausa e stavamo facendo una nuotata. All’improvviso abbiamo visto un esemplare di tursiope e allora ci siamo precipitati tutti a bordo e abbiamo raggiunto il gruppo, composto anche da diverse mamme con i loro cuccioli, alcuni dei quali nati da pochi giorni!

Come se tutti questi avvistamenti non fossero sufficienti abbiamo anche avvistato, durante un’uscita su segnalazione, una balenottera comune poco al largo di Imperia. Purtroppo, lo stato di salute dell’animale non era buono, presentava infatti fianchi scavati e procedeva in modo inusuale, non mostrando quasi mai la pinna dorsale. Queste anomalie sono probabilmente dovute alla parziale amputazione della pinna caudale, motivo per cui questo esemplare è stato denominato Mezzacoda.

Sebbene sia stato comunque un incontro molto emozionante, trasmette molta tristezza la vista di un animale imponente quale è una balenottera comune, ridotto in queste condizioni da collisioni con imbarcazioni o a seguito di essere rimasto intrappolato in reti da pesca lasciate alla deriva.

Questo avvistamento mi ha fatto ancora di più apprezzare il lavoro di gruppi di ricerca quali Delfini del Ponente, che con i loro monitoraggi e studi, permettono di ampliare la nostra conoscenza su diversi gruppi di animali marini al fine di attuare politiche e piani di conservazione sempre più efficaci.

Durante tutto questo mese ho imparato tantissime cose nuove ed interessanti sulle specie marine che si possono trovare all’interno del Santuario del Pelagos. Questo grazie alle spiegazioni ed approfondimenti che Davide, Elena ed Enrico sono sempre stati pronti a fornirci.

Non so veramente come ringraziare Davide, Elena ed Enrico per questa opportunità. È stata veramente un’esperienza indimenticabile che senz’altro resterà con me per sempre.

Come sempre a presto,

Andrea Carolina

 

Hello everybody,

I’m back and ready with a new, but unfortunately last, summary of our activities of these past few weeks of August.

I have to admit that this second half of August has really been rich in sightings: not only cetaceans, but also marine birds such as puffin and storm petrels!

The 16th of August has really been a special day for me. Not only it was my birthday, but we also had an 8 hours long survey that was really amazing!

The first half of the survey went on without any sighting, but around 10 we received a call from Elena, that was on board of the whale-watching boat Corsara, that informed us of a group of bottlenose dolphins. Following the information given to us, we headed towards deeper water to try to intercept this group of bottlenose dolphins. Before seeing this group, however, Davide spotted a group of striped dolphins. We rapidly approached them, but they carried on and left us behind. This is not a typical behaviour, as they usually tend to interact for long time with boats. After a short while, we finally intercepted the group of bottlenose dolphins. We stayed with them for a while, while taking photos that will be used for photo-id.

We were on our way back, ready to eat a refreshing ice-cream as a reward of our last sightings of bottlenose dolphins, when, out of the blue, we saw a puffin!!! Everyone on board was enthusiastic, but no one was as overjoyed as Enrico, the ornithologist of the group. After a long photoshoot of the puffin, we headed back to Imperia, but before reaching our destination we had time to see both a loggerhead sea turtle and a sunfish.

In the following days we sighted bottlenose dolphins twice more. The last sighting, in particular, was really thrilling because we spotted these animals while we were swimming and taking a break. All of a sudden, we spotted one individual, and, in a few seconds, we were back on the zodiac and already moving towards the group. This was composed of different animals with also mothers and both calves and newborns!

All these sightings were amazing, but we had also time for more of them. In particular, while performing an opportunistic survey, we spotted a fin whale just outside Imperia. Unfortunately, the health state of this individual was not good. It looked really skinny and it moved in an unusual way, never showing the dorsal fin. These unusual characteristics were probably caused by the partial loss of the fluke: this is the main reason why the called it Mezzacoda, literally half-fluke.

It was a really emotional encounter, but it was bittersweet. It’s always sad to see an animal that big and magnificent as is a fin whale, being impaired and injured in such a way by collision with boats or entanglement in ghost nets.

This sighting made me appreciate even more the work carried on by research groups such as Delfini del Ponente. With their monitoring activities and studies they allow us to gain new understanding and knowledge of different marine animals. These can, in turn, be used to inform governments for the creation of more effective policies and conservation plans.

During the whole month of August I have learnt a lot of new and really interesting facts on the marine fauna that can be found within the Pelagos Sanctuary. This is mainly due to the explanations and talks that Davide, Elena and Enrico were always ready to provide us with.

This has really been an unforgettable experience. I don’t think I can thank Elena, Davide and Enrico enough for this opportunity. One that I will cherish for the rest of my life.

As usual, best fishes,

Andrea Carolina

 

 

Un agosto denso di attività!

Ciao a tutti,

Rieccomi con un altro piccolo estratto sulle attività e l’esperienza svolta presso Delfini del Ponente.

Dopo un inizio un pochino ‘lento’ con giornate in ufficio, abbiamo finalmente iniziato ad uscire in mare con lo Zodiac e devo dire che ne è proprio valsa la pena attendere: qualche giorno in più di attesa ha solamente aumentato il senso di stupore e meraviglia provato durante il primo avvistamento di tursiopi.

Credo che avvistare questi animali nel loro ambiente naturale sia qualcosa di magico. Osservare i loro vari comportamenti ed interazioni e cercare di riconoscere i diversi individui è uno dei maggiori scopi delle ricerche effettuate dall’associazione Delfini del Ponente. Queste attività di monitoraggio aiutano, a mio parere, anche a ricordare che siamo solamente ospiti in questo ambiente e di conseguenza dobbiamo attenerci alle condizioni e ai ritmi che queste creature ci impongono. Questa consapevolezza aiuta anche a comprendere come sia necessario rispettare questa specie (e tutte le altre specie di cetacei) e fare di tutto affinché siano valorizzate e protette.

gommone ricerca

Oltre ad individui adulti abbiamo anche avuto l’occasione, nelle diverse uscite in mare, di osservare individui nati da pochi giorni e giovani ancora fortemente legati alle madri.

In una nostra uscita abbiamo anche riconosciuto due esemplari mai avvistati prima da Delfini del Ponente: una mamma e un cucciolo di pochi giorni !!!

Abbiamo anche avuto l’opportunità di osservare stenelle, un’altra specie di delfini, durante una uscita con l’imbarcazione Corsara e anche in questo caso c’erano degli esemplari appena nati !! Essendo, inoltre, questa specie di dimensioni inferiori rispetto ai tursiopi, i nuovi nati sono veramente piccoli piccoli e sono tenerissimi da osservare.     baby 

Come già accennato, in questi giorni abbiamo anche svolto lavoro di ufficio, ma non solo… come associazione abbiamo anche partecipato all’evento globale di Plastic Hunt. Ad essere sincera avrei preferito non trovare nulla in questa specie di caccia al tesoro, ‘perdere’ questa sfida a causa di una mancanza di rifiuti nelle aree verdi della città… sconfitta che in realtà avrebbe significato una grande vittoria per la fauna sia terrestre che marina. Purtroppo, ciò non è successo e anzi, credo che il nostro bottino finale, raccolto da una manciata di volontari e in poco più di un’ora, sia stato fin troppo ricco: bottiglie di vetro, mozziconi di sigarette, guanti in lattice e lattine delle più svariate bibite, cannucce di plastica, mascherine chirurgiche, vestiti, tappi di bottiglie …. La lista è veramente lunga e sebbene a fine lavoro eravamo molto soddisfatti per quanto fatto, ciò non toglie un senso di amarezza per la consapevolezza che nel giro di pochi giorni la situazione ritornerà come prima.

delfini del ponenteMa basta con il pessimismo… come già detto, in realtà in questi giorni abbiamo effettuato un bel po’ di avvistamenti, che senz’altro ripagano per le lunghe ore passate sotto il sole cocente di agosto.

Ho anche avuto la possibilità, finalmente, di partecipare ad un’immersione qui ad Imperia e devo dire che nuotare in queste acque calde è una meraviglia… niente brividi di freddo e una buona visibilità mi hanno permesso di apprezzare la biodiversità marina delle nostre coste, sebbene fossi solamente a pochi metri di profondità.

Alla lista dei desideri oramai mancano solamente le specie di cetacei di dimensioni maggiori che si possono talvolta osservare anche in zone di relativa bassa profondità, quali capodoglio e balenottera comune… ma sono sicura che il Santuario Pelagos ha ancora molte sorprese in serbo durante questo mese.

Alla prossima,

Andrea Carolina.

Hello everyone,

I’m back with another short article on the activities and the overall experience that I am undertaking at Delfini del Ponente.

After a ‘slow’ start, composed of different office days, we were finally able to go out at sea with the Zodiac. I have to say that the wait was worth it: a few extra days of waiting only increased the sense of awe and wonder that I experienced during our first sighting of bottlenose dolphins.

I believe that spotting these animals in their natural habitat is really something magic. Being able to observe their different behaviours and interactions, as well as being able to recognise the different individuals is one of the main aims of the research that is conducted by Delfini del Ponente. These monitoring activities also help to remind you that you are just a guess in this environment and therefore you have to follow the terms and rhythms that are imposed by wild animals.

team august

In my opinion, acknowledging this fact helps to understand how vital it is to respect these species (and all other cetacean species) and how important it is to make everything in our power to appreciate and protect them.  

During our surveys, apart from adults, we had the chance to observed some new-born individuals, just a few days or weeks old, and calves that were still highly dependent on their mothers.

We also managed to spot two bottlenose dolphins that had not yet been identified nor seen by Delfini del Ponente: a mum and a newborn !!!

We also had the opportunity to observe striped dolphins during a trip on board of the Corsara. In this case, we were able to identify some new-borns as well !! The striped dolphins are a smaller species when compared to bottlenose dolphins. This means that new-borns are really really small and really cute.

As already mentioned, these past few days we also worked from the office, but that’s not all… as Delfini del Ponente we took part in the Plastic Hunt global event. To be fair, I would have preferred to go home from this activity empty-handed, to ‘lose’ this challenge due to the lack of rubbish found in parks of the city. This would have been a defeat that, in reality, signified a great victory for marine as well as terrestrial fauna. However, we did not lose our challenge. On the contrary our final haul was way bigger than expected, considering that we were a handful of volunteers that operated for just over an hour. Amongst the things we collected were glass bottles, cigarettes butts, latex gloves and cans of different brands, plastic straws, face masks, clothes, bottle caps… The list goes on and on and even though we were really happy with our job there is still bitterness in knowing that in just a few days the situation will probably come back to its initial state.

pulizia spiagge

That’s enough pessimism in one go… as I have already told you, these past days we had a good number of sightings of bottlenose dolphins that, no doubts, repaid us of the long hours we spent under the scorching August’s sun.

Also, I finally had the chance to take part in a dive here in Imperia. I have to say that the sensation of swimming in this warm sea is amazing… no shivers and good visibility allowed me to appreciate the marine biodiversity found in our coastal habitats… this even though I stayed in quite shallow waters.

Now in my wish list there are only a few species of bigger cetaceans that can, sometimes, be found in quite shallow waters, such as sperm whale and fin whale….  but, apart from this, I am sure that the Pelagos Sanctuary still has lots of surprises for us.  

See you soon,

Best fishes,

Andrea Carolina

 

 

Gli incontri particolari di Luglio

[ENG below] Salve a tutti!

Eccomi qui con il mio secondo articolo per Delfini del ponente. Che mese è stato luglio! Un sacco di avvistamenti dall’ultimo mio post sul blog.

Da dove cominciare?

Innanzitutto, ho avuto finalmente l’occasione di vedere un capodoglio, ma non solo. Durante la nostra ultima uscita per il monitoraggio cetacei, assieme alla Corsara, la nave di whale watching, siamo riusciti a vedere tursiopi, stenelle e quattro esemplari di questo odontocete, uno dei quali è persino saltato fuori dall’acqua! E’ stato emozionante e mozzafiato. L’aspetto di ricerca è arrivato dopo, durante l’analisi dei video dell’immersione di uno degli individui. Infatti, siamo stati in grado di riconoscere una deformità fisica vicino alla coda dell’animale che potrebbe aver spiegato il suo anomalo stazionare in superficie.

coda cetaceo Pelagos

Per quanto riguarda i nostri ultimi survey, purtroppo, non sono stati altrettanto di successo e ricchi di avvistamenti. Secondo Davide è stato un mese particolare: non molti avvistamenti di tursiope ma diversi incontri inaspettati.

Dopo tre giorni di survey senza alcun avvistamento di cetacei, durante la nostra ultima spedizione siamo rimasti impressionati dalla grazia e maestosità di una balenottera comune. Che sorpresa!

Avvistare una balenottera dal gommone non è così semplice come sembra. Anche se è uno degli animali più grandi al mondo è comunque difficile avvistarne il dorso nell’immensità del mare… per fortuna l’occhio allenato di Davide non ha mancato l’esemplare e siamo stati in grado di osservare da vicino una balenottera di 13-15 m.

fin whale mediterranean sea

Immaginate la sensazione di trovarvi in mezzo al mare, insieme ad altre tre persone, lontano da altre imbarcazioni e avere di fronte il secondo animale più grande al mondo, più grande persino della nostra imbarcazione!

Di certo l’emozione si è fatta sentire, mentre, con le lacrime agli occhi, ero grato di poter assistere a tale spettacolo…

Il mio mese qui è quasi giunto al termine, siccome abbiamo solo uno o due survey rimasti e non avrei mai immaginato di vedere ciò che ho visto in mare.

Ora come ora sono grato per tutto e spero di poter tornare un giorno in questo mare ricco di animali magnifici!

Alex

delfini del ponente

Hello everybody!

Here is my second article for Delfini del Ponente. What a month July has been! Lots of sightings since the last time I reported on this blog.

Where to start?

First of all, I finally achieved to see a sperm whale, and not only that, since during our last expedition to monitor cetaceans, together with the whale watching boat Corsara, we managed to see bottlenose and striped dolphins and four individuals of this odontocete, one of which even leapt out of the water! It was amazing and breathtaking. The research aspect came in after analysing the videos of the dive behaviour of one of the individuals. In fact, we were able to detect a physical deformity close to the tail, which could have explained its odd lingering on the surface.

As for our last surveys, unfortunately, they were not as successful and full of sightings. It has been a weird month, according to Davide: not many dolphins, but few and very impressive sightings.

After three surveys gone without any spotted cetaceans, on our last survey, we were astonished by the grace and majesty of a fin whale, what a surprise!

Spotting a fin whale from the dinghy is not as easy as it sounds. Even if it’s one of the biggest animals on the planet is still difficult to precisely spot its back in the immensity of the sea… Fortunately, Davide’s trained eye didn’t miss the animal and we were able to see a 13 to 15 mt fin whale from a very close distance.

fin whale

Imagine what it’s like to find yourself, together with three other people, almost no one around and, in front of you the second largest animal on the planet, bigger than your current marine transport!

For sure the emotion for the encounter hit hard and tears were almost coming down, being blessed to witness such a spectacle…

July is almost over now and we only have probably one or two more surveys left, and I would never have imagined seeing what I saw out at sea. Right now I am grateful for everything and I hope to return one day to this sea full of majestic animals!

cheers,

Alex

research project

I primi Delfini del Ponente di luglio!

Alex ci racconta il suo primo incontro con i Delfini del Ponente: un gruppetto di tursiopi molto curiosi e oltre cento stenelle! [Eng below]

Ciao, sempre io!

Oggi vi voglio parlare delle mie due prime uscite di ricerca. Sin da quando sono arrivato in Liguria sono stato catturato dal fascino del mare blu di fronte a me ed emozionato all’idea di monitorare i cetacei dal nostro gommone.

Il primo giorno nessuno si aspettava di vedere i delfini così come li abbiamo visti. Il primo indizio, indicativo della loro presenza, è stata una pinna dorsale che sbucava fuori dall’acqua, avvistata prontamente dall’occhio allenato di Elena. Mentre ci avvicinavamo a loro eravamo tutti ipnotizzati dalla bellezza di questi animali sotto di noi. I delfini, che si approcciavano giocosamente alla nostra imbarcazione e che ci studiavano da vicino ci hanno regalato un’esperienza emozionante, persino per Davide ed Elena: non è comune, a quanto pare, che i delfini liguri si avvicinino così tanto agli esseri umani.

delfino gommone

L’emozione è durata per quasi mezz’ora mentre questi seguivano la nostra rotta e il nostro vascello. Quest’esperienza è stata sicuramente una delle più incredibili che io abbia mai vissuto con un animale nel suo ambiente naturale, sia per l’intimità del momento (eravamo solo 4 persone con 4 delfini, a solo un metro sotto di noi!) che per la maestosità di questi cetacei, che credetemi, sono molto più grandi rispetto ai mammiferi terrestri che siamo soliti vedere in Europa.

La nostra seconda uscita è stata altrettanto memorabile, quando la nostra piccola squadra si è ritrovata circondata da un gruppo di oltre 150 stenelle striate. Questi animali saltavano, nuotavano, ci osservavano e studiavano da vicino.

Ancora una volta, essere seduti in un così piccolo spazio (sul nostro gommone di ricerca), mentre un esercito di animali grande quanto una piccola città nuota attorno a te è un’altra esperienza che non dimenticherò!

Ora sono super emozionato all’idea di cosa avverrà dopo e di quali nuove specie potremo avvistare durante questo mese in Liguria con Delfini del Ponente.

Alex

delfini del Ponente

 

Hi Again!

Today I want to talk about my first two days of surveys. Since I arrived in Liguria I was captivated by the beautiful blue of the sea and excited by the perspective of monitoring cetaceans from our research dinghy.

On the first day no one was expecting to see the dolphins the way we did. The first clue, indicative of their presence was a distant dorsal fin, popping out of the water, spotted by Elena’s trained sight. As we approached the animals, we were all amazed by the gentle creatures we had below us. The playful dolphins approaching our boat and studying us up close was a thrilling experience for Davide and Elena as well: apparently, we were lucky, as it is uncommon for the Ligurian dolphins to come this close to humans.  delfini del ponente

The thrill lasted for almost half an hour as the beautiful cetaceans were moving towards our direction and following our research dinghy. This experience was probably one of the most exciting I have ever had with wild animals in their natural environment, both for the intimacy of the encounter (we were only 4 people with 4 dolphins, just 1 mt below us!) and their majesty, since, believe me, they are far bigger than any other land mammal we commonly encounter in Europe.

On our second day of surveys, the feeling was almost as intense, when our little crew found itself surrounded by over 150 striped dolphins out at sea. The animals were leaping and swimming, observing and studying us.

Being again in such a little space, while an army of animals the size of a small town swims all around you is another experience I will not forget!

Now I am super excited for what is coming next, and which other new species I might be able to see during this month in Liguria with Delfini del Ponente!

Alex

occhio tursiope pelagos

Léna, la prima Intern Coordinator 2020!

Ciao!

Mi chiamo Léna e arrivo dalla Francia, sarò la Intern Coordinator per il Progetto Delfini del Ponente per i prossimi 4 mesi!

Sono una naturalista e ho una grande passione sia per l’avifauna che per la fauna marina.

Nel passato ho lavorato per 3 mesi in Grecia per la protezione della tartaruga comune, la Caretta caretta e del suo habitat.  Successivamente grazie a diversi stage in Francia ho ampliato le mie conoscenze sul riconoscimento degli uccelli marini. Lo scorso anno ho invece fatto la mia prima esperienza con i cetacei del Mar Ligure, studiando la loro distribuzione e la loro abbondanza nel Santuario Pelagos sia da traghetti che dalla barca da ricerca della Fondazione CIMA.

Durante i miei studi e le varie esperienze formative, ho avuto la possibilità di capire e studiare le problematiche che riguardano l’ambiente e la Natura e sono davvero preoccupata per come stanno andando avanti le cose sul nostro Pianeta! Per questo ho partecipato anche a diversi programmi di educazione ambientale, per coinvolgere grandi e piccoli nella salvaguardia dell’ambiente!

Il mio obiettivo è quello di lavorare nel campo della biologia conservazionistica e per riuscire a realizzare il mio sogno, sto cercando di costruire e ampliare il mio bagaglio di conoscenze il più possibile. Per questo motivo sono arrivata qui, ad Imperia, per partecipare al progetto Delfini del Ponente per contribuire alla ricerca sui tursiopi e alla loro foto-identificazione… Come Intern Coordinator spero di poter essere un punto di riferimento per gli stagisti e poter trasmettere loro la mia passione per la fauna selvatica.

Non vedo l’ora di uscire in mare!

A presto,

Léna

Intern Coordinator Léna

Hello!

I’m Lena, from France and I will be the Intern Coordinator at Delfini del Ponente for the next 4 months. I’m a naturalist with a passion for avifauna and marine fauna. I’ve worked 3 months in Greece for the protection of the loggerhead sea turtle, Caretta caretta and its habitats. Then, I’ve gained great skills with coastal avifauna thanks to several internships in France. Last year, I’ve had my first experience with cetaceans in the Ligurian Sea, I’ve worked about their distribution and their abundance in the Pelagos Sanctuary through surveys at sea from ferries and from the research boat of the CIMA Foundation.

During my studies and experiences, I’ve learned a lot about the general environment and its issues, and I feel really concerned about it. I’ve also taken part in different projects on environmental education. My aim is to work in biology conservation and to reach it I’m trying to get as more knowledge as I could. This is why I’m here, in Delfini del Ponente, to participate in the research on the population of bottlenose dolphin, Tursiops truncatus, to learn about photo identification… And as an intern coordinator, I hope to help in the best way the interns and to convey my passion for wildlife.

I can’t wait for the first surveys!

See you,

Léna

Intern Coordinator Delfini Del PonenteLéna Collet intern coordinator

Giuditta, la nostra nuova intern!

Ciao a tutti!

Io sono Giuditta, ho (quasi) 26 anni e vengo dalla provincia di Padova. Nonostante sia nata in campagna, ho sempre provato una grande attrazione per il mare e, in particolare, per i cetacei. La mia prima visita all’Acquario di Genova, a otto anni, è stata quasi una folgorazione – vedere i delfini dal vivo, per quanto in cattività, ha consolidato definitivamente la mia voglia di conoscerli a fondo e studiarli a tempo pieno da adulta!

Tracciata la via, non ho avuto esitazioni ad iscrivermi a Biologia per la triennale e, in seguito, alla magistrale di Biologia Marina dell’Università di Padova. Benché abbia svolto la mia tesi in un campo molto diverso dai cetacei (la genetica di popolazione di alcuni pesci antartici), ho comunque continuato a seguire questo mio sogno, frequentando un corso di perfezionamento post-laurea in tecniche di monitoraggio ambientale dei cetacei a Genova lo scorso anno. Adesso sto cercando di ottenere un dottorato, quindi ogni occasione per farmi le ossa e acquisire esperienza è ben gradita!

Ho già un po’ di esperienza nel campo della PhotoID e delle uscite in gommone alla ricerca di tursiopi (più o meno fruttuose…), ma le occasioni precedenti sono state di breve durata – una settimana in Grecia, due settimane in Sicilia. La prospettiva di lavorare per un mese intero in full immersion sulla raccolta e l’analisi dei dati, sul campo e in ufficio, è a dir poco elettrizzante! Se poi il Santuario Pelagos compiesse una delle sue magie e mi concedesse di vedere qualche altra specie oltre ai tursiopi, io non potrei che esserne felice!

Per adesso il tempo, per quanto ancora soleggiato, non sembra favorevole per le uscite in barca; speriamo che il vento e le onde ci concedano qualche giorno di bonaccia nei prossimi giorni! Per ora, mi limiterò a rispolverare il mio vecchio allenamento e fare l’occhio sulle ‘pinne locali’, così sarà più facile riconoscerle direttamente in mare!

Alla prossima!

Giuditta

Giuditta la nuova intern di ottobre

Hi everybody!

My name is Giuditta, I’m (almost) 26 and I come from Padua (a medium-sized city west of Venice). Although I live in the countryside, I’ve always been attracted by the sea, and especially by cetaceans. My first visit at the Aquarium of Genoa, when I was eight years old, was almost a revelation for me – seeing dolphins, albeit captive ones,  in real life definitively solidified my desire to know everything about them and study them full-time as an adult!

Once the way was chosen, I had no hesitations in enrolling in a Bachelor’s Degree course in Biology, and later on in the Master’s Degree in Marine Biology, at the University of Padua. Despite working on a very different subject than cetaceans for my Master’s thesis (population genetics of some Antarctic fish), I still kept following my dream, by also attending a post-graduate training course in environmental monitoring techniques in Genoa last year. Now I’m looking for a PhD opportunity, so any occasion to learn the ropes and gain experience is more than welcome!

I already have some experience with PhotoID and (more or less successful…) boat surveys in the study of bottlenose dolphins, but those previous occasions were of short duration – one week in Greece, two weeks in Sicily. So the prospect of working for an entire month fully immersed in data gathering and analysis, in the field and in the office, is super exciting to me! Now, if the wonderful Pelagos Sanctuary wanted to play one of its magical tricks and let me observe some other cetacean species in the meantime, I wouldn’t mind in the least!

For now the weather, no matter how sunny, doesn’t look favourable for boat surveys; let’s hope that the waves and the wind will grant us some reprieve in the next days! In the meantime, I’ll just dust off my old training and hone it on the ‘local fins’, so maybe I’ll recognize them immediately at sea!

See you next time!

Giuditta

Giuditta la nuova intern di ottobre

Il momento dei saluti…

Eccoci qua, purtroppo questa splendida avventura è ormai giunta al termine; non riesco a credere che sia già passato un mese da quando ho lasciato casa.

Questo viaggio mi ha donato tanto, oltre a nuove conoscenze teoriche e pratiche, mi ha consentito di conoscere delle persone straordinarie; Anya e Rose, le mie coinquiline, sono fantastiche e con loro mi sono trovata veramente bene!!

Devo dire che ero partita con un po’ di timore da casa, un po’ perché non sapevo cosa aspettarmi e un po’ perché avrei dovuto rispolverare tutto il mio repertorio di lingua inglese… grazie al cielo è andato tutto bene e sia Anya che Rose sono carinissime. Queste due ragazze sono una forza della natura e mi fanno morire dal ridere: Anya con i suoi aneddoti spesso ti lascia letteralmente a bocca aperta mentre Rose fa finta di fare la “British” tutta composta ma sotto sotto è una matta come Anya, non possono che esserti simpatiche, a mediare un po’ ci sto io che faccio l’acqua cheta (tutta finzione pure questa!!) ;   E' arrivato il momento dei saluti di Sarah

Devo dire che mi dispiacerà un sacco lasciare questo appartamento perché le ragazze ed io ci siamo trovate veramente bene insieme, inoltre sarà difficile non potermi più affacciare costantemente alla finestra per vedere il mare, ehhhh già il mare mi chiama, chiama insistentemente!!!!

Voglio salutare Elena, la nostra boss, una ragazza sempre allegra e propositiva, mi sono sentita veramente a casa quando ci ha invitate nel suo appartamento a mangiare i gnocchi fatti in casa, mi scuserà se non ho partecipato alle sessioni di yoga ma proprio non fa per me!! Davide invece l’ho vissuto un po’ di meno ma posso dire con estrema certezza che sia lui che Elena sono due ragazzi veramente in gamba, che prendono estremamente sul serio il loro lavoro e meritano tutta la nostra stima, spero quindi che le nostre strade si possano nuovamente incrociare in un prossimo futuro!!

E per finire la cosa più importante i nostri cetacei… eh sì, scusate ragazzi ma loro mi mancheranno di più!! <3 Questo mese ci ha regalato tanti avvistamenti interessanti ed emozionanti, vedere i delfini nel loro ambiente naturale è favoloso e ti risveglia qualcosa dentro l’anima!! Questa avventura rimarrà per sempre nel mio cuore e vi ringrazio tutti, dal primo all’ultimo (Elena, Davide, Rose, Anya, Enrico (ti aspetto per un’altra partita di carte così puoi perdere di nuovo), il team della Corsara e di Costa Balenae, la panettiera, Maria del caffè e il fruttivendolo, spero di non aver dimenticato nessuno!!)

Delfini del Ponente capodoglio con arcobaleno

Vi lascio con una foto che a me sembra un segno, la foto del nostro ultimo avvistamento di capodogli, uno sbuffo arcobaleno che spero porti a tutti noi speranza, fortuna e felicità!!
Alla prossima avventura!!
Ciao!!

Sarah

Here we are, unfortunately this wonderful adventure has now come to an end; I can’t believe it’s been a month since I left home.

This journey has given me so much, in addition to new theoretical and practical knowledge, has allowed me to meet extraordinary people; Anya and Rose, my roommates, are fantastic and I feel really comfortable with them!!

I have to say that I left with a little fear from home, partly because I didn’t know what to expect and a little because I would have to dust off all my English language repertoire… thank goodness everything went well and both Anya and Rose are so cute. These two girls are a force of nature and make me laugh: Anya with her anecdotes often leaves you literally speechless while Rose pretends to make the “British” all composed but underneath she is a crazy like Anya, they can’t that to be nice to you, to mediate a little here I am! 😛

Il team di settembre

I must say that I will be very sorry to leave this apartment because the girls and I really enjoyed our time together, it will also be difficult not to be able to look out the window constantly to see the sea, ehhhh the sea is already calling me, calling insistently!!

I want to say thank Elena, our boss, a girl who is always cheerful and purposeful, I really felt at home when she invited us into her apartment to eat homemade gnocchi, she will excuse me if I didn’t attend the yoga sessions but it’s not for me!!
On the other hand, I met Davide a little less but I can say with extreme certainty that both he and Elena are two really good guys who take their work extremely seriously and deserve our respect, so I hope our roads will meet again in the future.
And to finish the most important thing…. our cetaceans!! Yes, sorry guys but I will miss them more!

This month has given us many interesting and exciting sightings, seeing the dolphins in their natural environment is fabulous and it awakens something inside your soul. This adventure will remain forever in my heart and I thank you all, from the first to the last (Elena, Davide, Rose, Anya, Enrico (I’ll wait for another card game so you can lose again) the Corsara and Costa Balenae teams, the baker, Maria from the cafè and the greengrocer, I hope I haven’t forgotten anyone!!)

I leave you with a picture that seems to me a sign, the photo of our last sperm whale sighting, a rainbow puff that I hope will bring us all hope, luck and happiness !!
Bye Bye!!

Sarah

Saluti ad Imperia da parte di Sarah

Avvistare i delfini per prima, che emozione!

Ciao ciao!

Oggi un temporale ha annaffiato per bene Imperia, quindi abbiamo avuto un giorno off e ho tempo per ripensare alla scorsa settimana…che settimana super intensa abbiamo appena trascorso!

Dal mio ultimo blog, la nostra squadra ha fatto molte uscite di monitoraggio, visto diverse specie di fauna mediterranea e ho addirittura fatto il mio primo avvistamento di delfini come avvistatrice!

ogni tanto c'è tempo per godersi la fine dell'estate

Passare le ore sul gommone alla ricerca di qualsiasi segno della presenza dei cetacei è davvero stancante, ma quanta soddisfazione! Trascorri molto tempo concentrato sulla superficie del mare facendo attenzione di non tralasciare nessun segnale della presenza di delfini. Ultimamente, mi sto interessando di mindfulness e sto leggendo libri sulla meditazione e su come vivere il presente. Alcune volte, durante le uscite, sono tentata di pensare al momento in cui avvisteremo i delfini, ma sto imparando ad apprezzare il processo di guardare, osservare, aspettare… in fin dei conti ci sono due componenti essenziali per poter trovare i tursiopi: l’osservatore deve essere davvero concentrato, e i delfini devono essere presenti!

incerca dei tursiopi dal molo

Si può fare un avvistamento solo se entrambi i fattori sono soddisfatti, e sebbene non si possa decidere se i delfini saranno o meno presenti lungo il transetto, faccio in modo di essere al cento per cento concentrata e pronta per quando attraversano la nostra rotta! Non c’è bisogno di dirlo, ma quando sono stata la prima ad accorgermi della presenza dei tursiopi, ero al settimo cielo!Quando poi anche il resto del team si è voltato verso i delfini e li ha visti, per poi fermarci per raccogliere i dati, mi sono davvero sentita che tutta la mia concentrazione fosse ripagata!

DDP

Oltre alla esperienza che sto acquisendo, sia a trovare i delfini che nella foto-ID, sto davvero apprezzando il tempo speso qui in Italia. Ho addirittura imparato a giocare a briscola!Con le mie coinquiline e Enrico -l’ornitologo che ci ha insegnato a riconoscere gli uccelli marini di questa zona- abbiamo infatti giocato a carte durante un super pranzo a base di pasta e pesto…o, per essere onesti, pesto e pasta! Oltre a briscola, un altro gioco che mi sto divertendo a fare da quando sono qui,è chiedere ai miei amici italiani cosa ne pensano dell’ananas sulla pizza! Come immaginerete, vengo simpaticamente insultata anche solo per aver posto la domanda!

Non riesco a credere sia già passato quasi un mese dal mio arrivo qui…per fortuna che ho ancora tutto ottobre da godermi!

Anya

imparare a giocare a briscola? check!

Hello Hello,

Today a storm has swallowed up Imperia giving me the day off and granting me some time to reflect on the last week– and what a busy week it has been! Since my last entry, our team has gone on so many boat surveys, seen a diverse set of marine fauna, and I have made my first bottlenose dolphin spot as the primary observer!

Spending time on the open water scanning the horizon for any sign of a dolphin is tiring, yet rewarding work. You spend long stretches of time focused on your surroundings being careful not to let any cues of a dolphin slip past you. Lately, I have taken an interest in mindfulness and have been reading books on meditation and truly living in the moment. Sometimes it is tempting to wish for the moments of spotting dolphins while surveying on the zodiac, but I’ve learned to enjoy the process of looking and waiting.

Pre- avvistamento delfini

Afterall, there are two components that must both be fulfilled to find bottlenose dolphins: the observer must be focused and dolphins must be there. You can only make a spot if both factors are satisfied, and although I cannot control whether dolphins will be there I can make sure I stay focused and ready to spot them when they do arrive! Needless to say, when I made my first spot as the first team member to catch a glimpse of bottlenose dolphin fins I was overjoyed! When the rest of the team turned and saw them too and we mobilized to collect the data, I felt as if my mindfulness and commitment to focus had paid off.DDP

In addition to gaining more experience spotting dolphins and doing photo ID, I have really been enjoying my time in Italy. I even learned how to play Briscola! My housemates and Enrico — the ornithologist who taught us about birds in the Ligurian basin — and I all played Briscola over our lunch of pasta doused with local pesto. In addition to Briscola, and another game I have been enjoying playing is asking my Italian friends if they like pineapple on their pizza! As you might imagine, I have been scoffed at quite a bit for just asking that question! I can’t believe I have been working on the project for nearly a month. I’m really glad I am staying with the project until the end of October. 

Anya

Le nostre avvistatrici

Anya, direttamente dalla California!

[ENG below] Ciao amici della Natura!

Il mio nome è Anya e sono arrivata a Imperia direttamente dalla Baia di San Francisco, in California. Sono passati solo alcuni giorni dal mio arrivo e mi sono già innamorata di questa cittadina sul mare. Come chiunque provenga da un posto molto diverso dall’Italia, rimango continuamente affascinata dalle stradine tortuose e dalle case vivacemente colorate, dalle viuzze con i mercati, i negozietti, le gelaterie e i caffè nelle pizzette.

Siccome mi sono da poco laureata all’Università della California, Davies, ero carica per buttarmi in un nuovo progetto. Delfini del Ponente mi è sembrato ideale per esplorare la mia passione per la biologia marina e la conservazione, così come per accrescere le mie capacità nel campo della ricerca. I primi giorni qui sono stati densi di trascrizione dati, lezioni su cetacei, ecologia, oceanografia del Mar Ligure e anche la prima uscita in gommone! In pochissimo ho avuto una idea generale delle attività che nei prossimi due mesi mi vedranno protagonista. Anche se il primo survey non ha presentato le condizioni meteo ideali per trovare i cetacei, sono rimasta elettrizzata all’idea di uscire nuovamente!

Inoltre, ho potuto partecipare ad una lezione di yoga per finanziare il progetto. La sessione è stata un grosso successo! Tante persone sono venute sul molo per praticare e per conoscere il nostro lavoro per i tursiopi. Ho apprezzato tanto questo momento in quanto combinava uno dei miei hobby preferiti, lo yoga, e la ricerca che stiamo portando avanti con il team.

Sono davvero carica per i prossimi due mesi, sia per esplorare le bellezze di questa zona d’Italia, sia per conoscere i tursiopi del Ponente!

Anya

Ciao fellow environmental stewards!

My name is Anya and I come to Imperia all the way from the San Francisco Bay Area in Northern California. Only a few days have passed since my arrival and I have already fallen in love with this unique town on the water. As somebody who’s home looks very different than Italy, I am constantly charmed by the winding, cobblestone roads and the brightly colored apartments; I also have fallen in love with the small markets, bakeries, and gelaterias sprinkled throughout the city.

 

As a recent graduate of the University of California, Davis I was keen to dive into a new project. Delfini del Ponente thus far has been the perfect project to explore my passions for marine biology and conservation as well as hone my research skills. My first few days were filled with data entry, lessons on cetacean ecology and basin morphology, as well as a boat ride! How quickly I got a taste of my main responsibilities for the next two months. Although our first boat ride proved not to have ideal conditions for cetacean spotting it made me excited for all of our future surveys!

In addition to all of that excitement, I got to participate in a yoga session that benefitted the Delfini del Ponente project. The yoga practice was a huge success! So many people came to enjoy yoga on the pier and learn about our research. This activity was especially fun for me because it combined one of my favorite hobbies — yoga — with the research our team is working on. I’m very excited for the next two months and to learn even more about Italy and the local bottlenose dolphins! 

Anyanew intern dalla California, Anya

 

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén