Delfini Del Ponente APS

Associazione di promozione sociale

Tag: conservation (Page 1 of 2)

Ecco Sara, l’ultima stagista del 2020!

Ciao a tutti! Mi chiamo Sara. Vengo dalla Spagna, ho studiato Biologia e ho svolto un Master in Conservazione della Biodiversità.

Fin da bambina ho sempre avuto la passione per la natura e la fauna selvatica, non a caso, quando tornavo a casa da scuola, la prima cosa che facevo era accendere la televisione e guardare documentari per ore. Ricordo il giorno in cui mio zio mi regalò la collezione di documentari sul mondo sommerso di Jacques Cousteau. È stato allora che la passione per l’oceano e i suoi abitanti è nata in me; soprattutto per quanto riguarda i cetacei.

Finito gli studi universitari non avevo le idee chiare su che cosa fare. Così ho deciso di viaggiare per il mondo per riscoprire me stessa. Ma durante i miei viaggi, ogni volta che facevo immersioni e avevo un  incontro con la megafauna, i miei occhi si illuminavano. Così ho capito che dovevo tornare indietro per cercare di lavorare nel mondo della biologia marina.

 

Intern sara

Sara

Dopo una ricerca in Europa sui centri di ricerca con i cetacei, ho scoperto Delfini Del Ponente e ho scritto per poter svolgere uno stage. Qualche mese dopo, con qualche incertezza su cosa sarebbe successo a causa della situazione COVID e di un volo cancellato, eccomi qui.

Il mio primo giorno non poteva iniziare meglio. Quando Davide mi stava presentando il programma dello stage e mi stava spiegando quali sarebbero stati i compiti da svolgere, qualcuno gli ha mandato un messaggio. Un giovane zifio (Ziphius cavirostris) si è spiaggiato! Così, una volta finito di spiegare tutto, abbiamo mangiato in fretta e siamo andati a Sanremo. Non potrei essere più entusiasta, anche se non mi sarei mai aspettata che il mio primo incontro con un cetaceo fosse di vederlo spiaggiato.

L’idea di poter partecipare ad una necroscopia mi sembrava unica. Al nostro arrivo c’erano diverse persone di diversi istituti di ricerca: Tethys Research Institute, Istituto Zooprofilattico Liguria, Cima foundation e Università degli Studi di Genova.

Davide si è cambiato e tutti hanno iniziato con la necroscopia. Hanno iniziato togliendo tutto il blubber; era più spesso di quanto immaginassi. Poi con la carne fino a raggiungere gli organi. Sono rimasta a bocca aperta quando ho visto polmoni e cuore, me li immaginavo grandi, in realtà erano enormi!È stata una lezione di anatomia che non dimenticherò mai. Non vedo l’ora che arrivi un’esperienza più incredibile.

Buena mar!

October team

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Hi to everyone!!
My name is Sara. I come from Spain where I studied Biology and did a Master in Conservation of Biodiversity. Since I was a child I have always had a passion for nature and wildlife. When I came home from school, the first thing I did was turn on the television and stare at documentaries for hours. I remember the day my uncle gave me Jacques Cousteau’s collection of documentaries on the underwater world. And that’s when the passion for the ocean and its inhabitants was born in me. But there was a series of animals that caught my attention above the rest: the cetaceans.

When I finished my university studies I was tired of studying and did not have clear ideas about what direction I wanted to take. So I decided to travel the world to find myself. But during my travels, every time I was diving and had an encounter with megafauna, my face would light up. So I realized that I had to go back to try to work in the world of marine biology. After a search in Europe about research centres with cetaceans, I discovered Delfini Del Ponente and wrote to them to see if I could do an internship. A few months later, with some uncertainty about what would happen due to the COVID situation and a cancelled flight, here I am.

 

My first day couldn’t have started better. When Davide was giving me the presentation of the course and explaining what the tasks would be to carry out, someone sent him a message. A cuvier’s beaked whale (Ziphius cavirostris) had been found stranded on the beach. So once he finished explaining everything, we ate quickly and went to Sanremo. I couldn’t be more excited. Although I did not expect that my first encounter with a beaked whale was dead on the beach, the idea of being able to see a live necroscopy seemed unique to me.

When Davide, Lorenzo, Federica and I arrived, there were several people from different entities (ask and put). Davide got changed and everyone started with the necropsy. They started by removing all the whale blubber. It was thicker than I imagined. Then with the meat until they reached the organs. My jaw dropped when I saw tremendous lungs and heart. I imagined them big, but they were huge! It was an anatomy lesson that I will never forget. I can’t wait for the more incredible experience to come, Sara

Buena mar!

Necroscopia

Jack alla ricerca dei misteri dell’Oceano!

Ciao

Mi chiamo Jack e sono uno studente di Biologia Marina all’Università di Southampton. A differenza di molti degli stagisti che mi hanno preceduto, ho capito che la conservazione dei cetacei è una mia grande passione solo recentemente, durante l’adolescenza. Quando ero piccolo ero estremamente affascinato dal sogno di scoprire cose nuove. Mi ritrovavo attirato dalla curiosità dell’esplorare posti nuovi, e per molti anni ho pensato che la mia vera strada per raggiungere questo desiderio ambizioso fosse una carriera in astrofisica. Ho sempre immaginato che lo spazio fosse l’unica parte ancora sconosciuta all’umanità: ho ritenuto fosse così fino al mio esame GCSE nel 2016, quando ho capito che non lo era affatto. Infatti, vi è un mistero persino più grande che riguarda il nostro stesso pianeta: l’Oceano.

Quattro anni dopo, la mia passione è in costante crescita. Ad ogni nuova specie vivente che incontro, il mio amore per il mare aumenta, e in questo contesto sicuramente i cetacei non fanno eccezione! Questi maestosi mammiferi sono stati all’apice dei miei interessi da quando mi sono imbattuto per la prima volta in un articolo riguardante la migrazione annuale delle megattere nell’emisfero meridionale. Un percorso di quasi 6000 miglia dall’Antartide al Nicaragua, che rende queste balene i viaggiatori più affascinanti dell’oceano Pacifico. Da questa prima esperienza ho iniziato a interessarmi e a conoscere le balene, e non vi è voluto molto tempo per innamorarmi di tutti i cetacei e della loro grande biodiversità: dal magnifico zifio e la sua incredibile capacità di immergersi fino a 3000 metri, alle giocose stenelle, in grado di far arrossire anche le più stimate ginnaste, se confrontate alla loro agilità, fino alle astute orche, con la loro vasta gamma di tecniche di caccia.

In ogni caso, l’esser cresciuto lontano dal mare mi ha tenuto lontano da queste meraviglie. I delfini mi sono sempre sembrati una fantasia esotica più che delle creature reali con cui avrei potuto avere dimestichezza. Ero abituato a vederli solo in televisione e a credere che dimorassero esclusivamente in terre lontane, nei film sui pirati o in racconti di fantasia. Ed è qui che Delfini del Ponente ha totalmente cambiato il mio modo di vedere le cose.

Questo tirocinio mi ha dato la possibilità di sperimentare cosa significa vivere a contatto con queste creature, che tanto mi hanno ispirato nel corso dei quattro anni passati. Nel mio primo giorno qui sono stato fortunato a sufficienza da incontrare il secondo animale più grande al mondo – la balenottera comune! Maestosa e sbalorditiva, la timida creatura ci ha deliziato con 40 minuti di nuoto e immersioni prima che la lasciassimo per continuare indisturbata il suo percorso. Questo è stato il mio primo incontro con una balena e sicuramente lo ricorderò per tutto il resto della mia vita. Posso solo sperare che il resto del mese sia pieno d’incredibili esperienze come questa per alimentare ulteriormente la mia passione per questi fantastici mammiferi marini!

Jack

 delfini del ponente

Hi!

My name is Jack and I am currently a Marine Biology student at the University of Southampton. Unlike many of the interns whose footsteps I am now treading, I did not realise that the conservation of cetaceans was a true passion of mine until fairly late on in my teenage years. Throughout my childhood, I was always fascinated by the elusive dream of discovery. I found myself to be drawn towards curiosity; to explore new places – and for many years I believed that dream was to be fulfilled through a career in astrophysics. I always imagined that space was the only place still a mystery to us and It wasn’t until I completed my GCSE exams in 2016 that I realised this wasn’t the case at all. In fact, there was an even greater mystery encompassing our very own planet: The Ocean.

Four years later, my passion is still evolving. With each new creature I discover, my love for the ocean grows and this is certainly the case for cetaceans! These awe-inspiring mammals have been at the pinnacle of my interest since I first came across an article summarising the annual migration routes of Southern Hemisphere Humpback Whales from Antarctica to Nicaragua. A route close to 6000 miles in distance each way, these whales are the true voyagers of the Pacific. From this first experience learning about the whales, it was not long before I fell in love with all cetaceans and the diversity extended among them: The magnificent Cuvier’s beaked whale and its incredible diving depth of 3000m. The playful Spinner dolphins which put our planet’s most esteemed gymnasts to shame. The cunning Orca with their vast array of hunting techniques.

However, growing up away from the sea has kept me isolated from these wonders. Dolphins had always seemed to be an exotic fantasy rather than a creature I would ever become familiar with. I used to watch them on TV and believe they only dwelled in far off lands, pirate movies or fairy-tail utopias. This is where Delfini del Ponente changed things for me. This internship has given me a chance to experience the creatures which have inspired me for the past four years up close and personal.

On my first day here I was lucky enough to experience an encounter with the second-largest animal in the world – The fin whale! Majestic and jaw-dropping, the humble creatures graced us with 40 minutes of swimming and diving before we left them to continue their day undisturbed. This was my first-ever encounter with whales and one which I will certainly carry with me for the rest of my life. I can only hope that the rest of the month is filled with such amazing experiences like that one and continue to fuel my passion for these magnificent marine mammals!

Jack

internship

Dall’Adriatico al mar Ligure: ecco Anastasia!

Studentessa di Scienze Ambientali alla scoperta delle meraviglie del Santuario Pelgos, conosciamo Anastasia! [Eng below]

Ciao!

Mi chiamo Anastasia, ho 22 anni e sono una studentessa di Scienze Ambientali all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il prossimo anno si concluderà il mio percorso in triennale ed è arrivato il momento per capire che strada intraprendere in futuro…

La passione per la natura e gli animali ce l’ho nel sangue e nonostante io abbia studiato lingue alle superiori non ho mai abbandonato l’interesse per la biologia, anzi ho avuto modo di capire che non sono fatta per stare in ufficio dietro ad una scrivania 8 ore al giorno.

Voglio viaggiare, scoprire luoghi incontaminati salvaguardando la flora e la fauna che popola il nostro magnifico pianeta. Ovviamente avrete capito anche voi che al momento della scelta dell’Università non ho esitato un secondo e mi sono scritta ad un corso scientifico.

Il mondo marino e in particolare quello dei cetacei purtroppo non è un campo da me molto conosciuto, mi sono sempre reputata una persona da montagna, potete immaginare perché…il mare del nord Adriatico non è famoso per la sua bellezza, però in compenso la parte alpina è magnifica, ve lo assicuro!

Ho cominciato ad avvicinarmi di più al mondo marino poco tempo fa, quando ho avuto la possibilità di scoprire, visitando alcune zone della Croazia e alcune isole della Grecia, che il mare può stupirti con le sue magnifiche sfumature di azzurro cristallino!

Come sono finita a partecipare a questo progetto “Delfini del Ponente”?

Semplicemente perché ho deciso di fare un tirocinio…dopo un bel po’ di ricerche sulla home del gruppo di università spicca un post “Tirocinio e stage 2020. Progetto di ricerca Delfini del Ponente”. Mi sono informata e dopo aver compilato i vari moduli d’iscrizione speravo con tutto il cuore di essere scelta ecco che arriva l’email in cui mi informano che sono stata presa e wow mi è sembrato un sogno poter partecipare ad un progetto del genere, ma ora che sono qui è ancora più spettacolare di quello che pensavo!

Sono qui già da qualche giorno, Davide ed Elena sono delle persone fantastiche, sempre disponibili e molto professionali, sono riusciti a trasmettermi il loro amore per queste creature…

Siamo già usciti diverse volte in mare, ma non potrò mai dimenticare il mio primo incontro con un gruppo di Tursiopi, molto curiosi nei nostri confronti e come ci ha detto Davide, siamo stati davvero fortunati perché solitamente sono più diffidenti. È stato uno dei momenti più emozionante della mia vita, il mio primo incontro con queste magnifiche creature non poteva essere più spettacolare di così, avevo addirittura le lacrime agli occhi!!

Non vedo l’ora di uscire di nuovo in mare aperto e provare nuovamente delle forti emozioni nel vedere questi bellissimi mammiferi marini liberi nel proprio habitat!

Anastasia

Intern Delfini del Ponente

Hey!

My name is Anastasia, I am 22 years old and I’m a student of Environmental Sciences at the Ca’ Foscari University of Venice. Next year I will end my university career and it’s time to understand what path to take in the future…

The passion for nature and animals is in my blood and although I studied languages in high school I never abandoned my interest in biology, in fact, I have understood that I am not meant to work behind a desk 8 hours a day.

I want to travel, discover unspoilt places while safeguarding the flora and fauna that populate our magnificent planet.

Of course, as you have realized at the time of choosing the University I did not hesitate a second and I enrolled in a scientific course.

The marine world and especially the cetaceans one is not a field I know a lot, I have always considered myself a mountain person, you can imagine why…the North Adriatic Sea is not famous for its beauty, but on the other hand the Alpine part is magnificent, I can assure you!

I began to get closer to the marine world a short time ago, when I had the opportunity to discover, visiting some areas of Croatia and some islands of Greece, that the sea can amaze you with its magnificent shades of crystalline blue!

How did I end up participating in this project “Delfini del Ponente”?

Because I decided to do an internship…after a lot of researches, on the Home of the group of universities stood out a post “Tirocinio e stage 2020. Progetto di ricerca Delfini del Ponente”. I looked it up and after filling out the various registration forms I hoped with all my heart to be chosen…and here it comes the email informing me that I was taken and wow it seemed like a dream to be able to participate in such a project, but now that I’m here, it’s even more spectacular than I thought!

I’ve been here for a few days, Davide and Elena are wonderful people, always available and very professional, they managed to pass on their love for these creatures to me…

We have already gone out several times at sea, but I will never forget my first meeting with a group of Tursiops truncatus (bottlenose dolphins), very curious about us and as Davide told us, we were really lucky because usually they are more wary.

It was one of the most exciting moments of my life, my first encounter with these magnificent creatures could not be more spectacular than that, I even had tears in my eyes!!

I can’t wait to go out in to the sea and feel again some amazing emotions to see these beautiful marine mammals free in their natural habitat!

Anastasia

stagista luglio

 

 

Aiutaci nella nostra ricerca!

La nostra associazione, Delfini del Ponente APS, è nata in un momento problematico che ci ha portato a dover sospendere, temporaneamente, molte delle attività che portavamo avanti con entusiasmo dal 2018 e soprattutto cancellare molti eventi organizzati durante questa primavera ed estate!
Chiunque può darci una mano ! Quest’anno, infatti è possibile donare il 5×1000 a Delfini Del Ponente per aiutarci a proseguire il monitoraggio delle acque del Ponente Ligure!
Insieme per conoscere e salvaguardare i #tursiopi e la fauna costiera!

sostieni la ricerca

Avventure delle ultime settimane!

[Eng below] Ciao a tutti!

Lo scorso fine settimana è stato ricco di emozioni, e si è concluso in bellezza domenica con l’avvistamento di un gruppo molto numeroso di delfini. Purtroppo c’era molto traffico in mare, soprattutto dal momento che si trovavano davvero vicini alla costa, ed erano quindi evidentemente stressati; nonostante ciò siamo comunque riusciti ad avvicinarci a loro e fotografarli, e l’ultimo gruppetto di loro si è rivelato anche molto attivo accanto allo Zodiac!

avventure delle ultime settimane: Erica prima di partire per il survey

Nei giorni successivi, le condizioni meteo non sono state delle migliori per poter uscire in mare, ma questo non ci ha fermati ed abbiamo quindi lavorato in ufficio sulla foto-identificazione dei delfini avvistati durante diverse uscite. Anche se potrebbe sembrare più noioso che uscire in mare, in realtà non lo è affatto; certo, non tutti sono facili da identificare, e Maisie ed io stiamo imparando a cogliere le piccole differenze che ci permettono di distinguerne alcuni che a primo impatto sembrano lo stesso esemplare. Inoltre, solo in questo modo possiamo monitorare la popolazione dei delfini; ogni volta si spera sempre di trovare nuovi esemplari, e poi dovreste vedere certi musetti che vengono presi in foto!

Giovedì pomeriggio, poi, Davide ci ha tenuto una lezione riguardante l’ecologia e la geomorfologia del Mar Mediterraneo, ovviamente concentrandosi poi sul Mar Ligure. È incredibile come un mare relativamente piccolo come questo possa avere tante caratteristiche particolari, fra una propria circolazione di masse d’acqua, canyons e montagne sottomarini, che rendono questo mare l’habitat ideale per diverse specie di mammiferi marini.

avventure delle ultime settimane: musetto di tursiope

Infine, per terminare nel migliore dei modi la settimana, questo weekend ci saranno le condizioni ideali per uscire di nuovo in mare, sperando di avvistare più delfini possibile, quindi oggi ci godremo il giorno libero per poter dare il massimo nei prossimi giorni!

Incrociamo le dita, ciao!

Erica

Hi everyone!

Last weekend was so full of emotions, and it ended well with the sighting of a very large group of bottlenose dolphins on Sunday. Unluckily, there was a lot of boat traffic, likely because they were very close to the coast, and they were evidently stressed; but despite this, we succeed in approaching and photographing them, and the last small group was very active near the Zodiac!

avventure delle ultime settimane: dalla corsara

In the following days, the weather wasn’t favourable for going out to sea, but this didn’t stop us and so we worked in the office on the photo-ID of the dolphins seen during other sightings. This may seem more boring than going on the boat, but it isn’t at all; not all of them are easy to identify, and Maisie and I are learning how to notice the little differences that allow us to distinguish certain individuals that are very similar. This is how we can monitor the dolphins’ population; every time we hope to find some new individuals. Their cute faces are something everyone should see!

On Thursday afternoon Davide gave us a lesson about the ecology and the geomorphology of the Mediterranean Sea, obviously focusing on the Ligurian Sea. It’s incredible how a relatively small sea like this could have so many particular characteristics, like its own circulation of water masses, underwater canyons and mountains, which make this sea the ideal habitat for different marine mammal species.

After the high winds this week, finally a calmer weekend is forecasted to be the perfect weather to go out with the Zodiac, hoping to see the most dolphins possible, so today we will enjoy the day off to rest so we are ready for the next days!

Fingers crossed, bye!

Erica

avventure delle ultime settimane: tursiope in back breach

Maisie, la prima stagista dal Regno Unito!

Ciao,

Sono Maisie, una delle due stagiste di agosto. Provengo da un piccolo paese in Inghilterra, e studio Conservazione della natura all’Università Nottingham Trent. Il mio principale interessa è la conservazione dei mammiferi, in particolar modo quella dei cetacei, li adoro praticamente da sempre! Questa è la prima volta che prendo parte ad un tirocinio nel campo in cui vorrei lavorare dopo la mia laurea il prossimo anno, ed è la prima volta che sono in Italia, quindi questo si prospetta un mese davvero emozionante!

Non vedo l’ora di continuare col lavoro di foto identificazione che abbiamo iniziato durante in nostro primo intero giorno in ufficio e di uscire col gommone per la prima volta oggi! Incrociando le dita, vedremo qualche delfino e balena!

Per me, il mare è un posto misterioso di cui, per la maggior parte, conosciamo davvero poco. Così tanto è inesplorato e c’è ancora tanto che non conosciamo sui cetacei anche se sono stati documentati durante la storia per secoli. È un privilegio di poter prendere parte a questa esperienza e studiare questi delfini nel loro habitat naturale ed imparare dal team di Costa Balenae.

Maisie

 

Maisie from UK

Hello,

I am Maisie, one of the two interns helping in August. I am from a small village in England studying Wildlife Conservation at Nottingham Trent University. My main interest is in mammalian conservation, particularly with cetaceans as I have loved them my whole life. This is the first time I have taken part in an internship working in the field I want to go in to after graduation next year, and it is my first time in Italy, so this is going to be a very exciting month! I am looking forward to continuing with the photo identification work we started during our first full day in the office and going out on the boat for the first time today! Fingers crossed, we see some dolphins or whales!

To me, the sea is a mysterious place that, for the most part, we know little about. So much is unexplored and there is still a lot we don’t know about cetaceans despite them being documented in history for centuries. It is a privilege to be able to take part in this experience and study these dolphins out in their natural habitat and to learn from the team at Costa Balenae.

Maisie

coming back

Katia, da Unige per conoscere i Tursiopi del Ponente

(ENG below)

Ciao a tutti,

il mio nome è Katia e vengo dall’Italia! Ho 23 anni e vivo a Milano, mi sono laureata in Scienze Naturali qualche anno fa, e da quest’anno ho deciso di voler realizzare il mio sogno, diventare una biologa marina, così mi sono trasferita a Genova dove sto frequentando la specialistica in Biologia ed Ecologia Marina.

Il mare e soprattutto i cetacei sono sempre stati il mio più grande amore sin da piccola, infatti quando mi chiedevano che lavoro volessi fare da grande io rispondevo: “la biologa marina!”

Da qualche anno mi sono sempre più appassionata ai mammiferi marini, ed eccomi qui a Imperia a partecipare al progetto Delfini del Ponente di Costa Balenae, per cercare di entrare ancora più in contatto con questo fantastico mondo.

Ho conosciuto Davide in università a Genova e appena mi ha raccontato del suo progetto ho pensato: “voglio partecipare!”.

Avere la possibilità di vedere nel loro habitat naturale i cetacei è una delle emozioni più belle, riesci davvero ad assaporare la libertà.

Durante la prima uscita in barca non siamo stati molto fortunati ma in compenso abbiamo visto un sacco di pesci luna (sono davvero grandi!!), non vedo l’ora di uscire di nuovo!

KatiaKatia, stagista di maggio, nel suo habitat naturale: il mare 

Hi everyone,

My name is Katia e I come from Italy! I’m 23 years old and I live in Milan, I graduated in Natural Science few years ago, and from this year I have decided to fulfill my dream, to become a marine biologist, so I moved to Genova where I’m attending marine biology and ecology.

The sea and especially the cetaceans have always been my greatest love since I was a child, in fact when they asked me ‘what job do you want to be when you grow up?’ I answered ‘Marine biologist!’

In the last years, I have become more and more passionate about marine mammals, and here I am in Imperia to participate to the project Delfini del Ponente of Costa Balenae, to try to get even more in touch with this fantastic world.

I met Davide at the university in Genova and when he told me about his project I thought “I want to participate!”

Having the chance to see cetaceans in their natural habitat is one of the most beautiful emotions! you really can enjoy freedom!

During the first survey, we were not very lucky but on the other hand, we saw so many sunfish (they’re really big!), I can’t wait to go out again!

Katia

Katia, la nostra stagista di maggio

Pensieri di fine internship

(ENG below)

I miei due mesi di stage sono già finiti. Sono in viaggio per rientrare in Francia e domani riiniziano le lezioni in università.

Questi mesi sono volati; sono state otto settimane intense, piene di nuove esperienze, di nuovi incontri, di avvistamenti e di divertimento. Sono davvero contenta di aver scelto questo stage, è un’esperienza che mi porterò sempre nel cuore.  presentazione di fine internship Ho scelto di fare questo internship con Costa Balenae perché i delfini mi hanno sempre appassionato, ma non ho mai avuto la possibilità di vederli da vicino o di poterli studiare nello specifico. In realtà nel mio percorso di studi non mi sono mai concentrata molto sui mammiferi, perché il programma era molto vasto e trattava principalmente su zoologia generale, geologia e botanica.

Avevo quindi voglia di lavorare a diretto contatto con degli animali così intelligenti ed interessanti. Non avrei immaginato però di appassionarmi così profondamente al mare. Ho scoperto in me un legame molto forte con Imperia e con il mar Ligure e ho capito di voler continuare a specializzarmi in questo ambito e perché no in futuro anche cercarvi un lavoro.

In esplorazione a CervoPurtroppo, il mare è molto inquinato e le specie che lo popolano a rischio, sia a causa dell’inquinamento legato alle plastiche e ai metalli pesanti sia a causa dell’inquinamento acustico. Molto spesso però c’è poca consapevolezza di questa situazione e soprattutto per quanto riguarda i cetacei vengono svolte insufficienti ricerchi. Per questo vorrei poter contribuire in qualche modo alla conservazione del mare e dei suoi abitanti.

Il nostro team di marzo in azioneRingrazio di cuore Barbara Nani, presidente della cooperativa Costa Balenae e ovviamente Elena Fontanesi e Davide Ascheri, che permettono a noi studenti di poter svolgere un’esperienza del genere, che arricchisce sia dal punto di vista lavorativo che dal punto di vista umano.

Ringrazio Sara Moscatelli, che ha seguito noi stagisti con pazienza e ci ha trasmesso la sua passione per i cetacei. Ringrazio infine i miei compagni di avventura Daniele Corritore e Mike Justa con cui ho lavorato e condiviso le belle esperienze di questi due mesi.

Serena

My two months of internship are already over. I am on my way back to France and tomorrow I start again my lessons at the university.

These months have flown; the past eight weeks have been intense, full of new experiences, new encounters, sightings and lot of fun. I’m really happy to have chosen this internship, it’s an experience that I will always carry in my heart.

land-based survey durante l'internshipDolphins have always been my passion, but I never had the chance to see them up close I have never studied them specifically. In fact, in my studies I never focused much on mammals, because the program was very large and dealt mainly with general zoology, geology and botany.

bird survey a BordigheraFor these reasons I wanted to work in direct contact with such intelligent and interesting animals. I would not have imagined, however, to discover a real passion for the sea. I discovered in myself a very strong bond with Imperia and the Ligurian Sea and I understood that I want to continue to specialize in this area.

Unfortunately, the sea is very polluted and the species that populate it are at risk, both because of plastic pollution and heavy metals and because of noise pollution. However, there is little awareness of this situation and, especially with regard to cetaceans, insufficient research is carried out. This is why I would like to be able to contribute in some way to the conservation of the sea and its inhabitants.

cena con i partecipanti al progetto Delfini del Ponente di aprileI warmly thank Barbara Nani, president of the Costa Balenae cooperative and of course Elena Fontanesi and Davide Ascheri, who allow students like me to be able to carry out an experience of this kind, which enriches both from a working and a human point of view. I thank Sara Moscatelli, who followed us interns patiently and gave us her passion for cetaceans.

Finally, I thank my my companions on this adventure Daniele Corritore and Mike Justa with whom I worked and shared the good experiences of these two months.

Serena

Una ventata di entusiasmo dalle Marche!

[Eng below] Vi presentiamo ora l’ultima arrivata del nostro team.. Sara Moscatelli!

Ciao! Sono Sara e per i prossimi 5 mesi farò parte del team di Costa Balenae come Intern coordinator!

Sono una naturalista appassionata di comportamento animale, in particolare quello dei mammiferi marini. Durante lo scorso anno ho vissuto in un’isola greca, Samos, dove ho studiato il comportamento del delfino comune (Delphinus delphis) e della foca monaca mediterranea (Monachus monachus) e ho imparato le principali tecniche di osservazione di questi meravigliosi animali. Fino a fine luglio collaborerò con Davide ed Elena al progetto delfini del Ponente e come avete visto mi piace usare i nomi scientifici quindi sarò una bella palla al piede per i ragazzi!

Appena arrivata a Imperia mi sono subito innamorata dei tramonti mozzafiato e della focaccia, ma sono qui da poco più di una settimana quindi avrò ancora molte cose da vedere e assaggiare.

La prima uscita del team è stata fantastica, un’uscita un po’ particolare, nata dalla necessità di recuperare il gommone, che ci ha portato fino alla parte più remota dell’area di studio. Posso dire di essere stata molto fortunata perché ci ha regalato un bellissimo avvistamento di tursiopi, di una caretta caretta fuori stagione e tantissimi tunicati.

Spero di poter essere d’aiuto quanto più possibile al progetto e alla crescita dei ragazzi che parteciperanno come intern, di imparare cose nuove e trasmettere tutta la passione che mi lega a questo mondo meraviglioso.

Sara

Sara, l'intern coordinator, durante la sua esperienza in Grecia

 

Hello! I’m Sara and for the next 5 months I’ll be part of Costa Balenae team as Intern coordinator!

I’m a naturalist with a huge passion for animal behaviour, most of all marine mammals’ behaviour.

During the past year I lived in a greek island,  Samos, where I studied Common dolphin (Delphinus delphis) and Mediterranean monk seal (Monachus monachus) behaviour and I had the possibility to learn the main observation technics. I’ll work with Davide and Elena untill the end of july on the Delfini del Ponente project and, as you can see I really like to us scientific names so I’ll be the annoying one of the team!

When I arrived in Imperia I fell in love with the sunsets and with Focaccia, but I was here for just a week so I have a lot more to see and taste.

il Team di Delfini del Ponente: Davide ed Elena (project coordinators) e Sara (intern coordinator)The first survey with the team was amazing! it was a strange survey because we needed to bring back the zodiac, so we reached the extreme east part of the study area and it brought us a wonderful sighting of Bottlenose dolphins (Tursiops truncatus), of an out of season loggerhead sea turtle (Caretta caretta) and a lot of tunicates!

I hope I’ll be helpful as much as I can for the project and for the interns’ growth, that I’ll learn a lot of new things and to convey all the passion that I have for the marine environment.

Sara

Dalla Corea del Sud…Jade!

[Eng below] Mi chiamo Eunbee Jang e arrivo dalla Corea del Sud e sto partecipando allo stage con Costa Balenae  per il progetto Delfini del Ponente per il mese di Settembre. So che il mio nome è difficile da ricordare e pronunciare.. Per questo motivo chiamatemi Jade, come fanno gli amici!

Fin da piccola adoravo i documentari e i libri legati ad animali e natura. Così, arrivata al periodo della scelta universitaria, ho deciso di studiare ‘Zoologia’. Sebbene io ami qualsiasi tipo di animale, indubbiamente balene e delfini sono i miei preferiti! La mia vera passione e interesse sono da tempo direzionati alla ricerca e studio dei cetacei e sogno di diventare ricercatrice in questo campo. Purtroppo però, è molto duro trovare qualcosa in questo campo nella mia patria in quanto c’è solo un gruppo di ricerca, un’organizzazione statale. Per questo ho deciso di trasferirmi a studiare all’estero frequentando e laureandomi in Biologia Marina in Australia.

Finita l’università però, mi sono resa conto che mi mancassero esperienze pratiche, sul campo…Ed ecco perchè sono qui con Costa Balenae ora! Prima di arrivare, Davide ed Elena mi hanno inviato il programma informazioni includendo una descrizione del progetto e delle metodologie usate. Il progetto Delfini del Ponente combacia perfettamente con i miei interessi e con quello di cui volevo fare esperienza! Lo studio dello stato di conservazione di una popolazione e dell’uso dell’habitat, che sono tra i principali goals del progetto, è da molto tempo uno dei miei grandi interessi. Per questo, non potevo perdermi assolutamente questa occasione e ho fatto application in fretta e furia per il progetto. Alla fine, con mia grande gioia, ho avuto risposta positiva e sono davvero orgogliosa di far parte di questo progetto!

[Jade]

Jade la nostra intern dalla Corea del Sud

My name is Eunbee Jang from South Korea, who is participating in the internship program of Costa Balenae’s Dolphin Project for this month. I know my name is especially hard to remember and pronounce. So, please remember me as ‘Jade’ as my friends call me.

Since I was young, I loved to watch documentaries and read books related to nature and animals. So, I have studied animal science when I was an undergraduate. However, although I loved all kinds of animals in the world, whales and dolphins were always my favourites. My true passion and interest were directed into cetacean research and always dreamed to become a cetacean researcher. However, it was really hard to study about cetacean within my country because there is only one cetacean research group, a government organization, exist. So, I decided to study abroad and graduated in Australia majoring in marine biology.

After I graduated university, I felt like I have a lack of practical experiences and I wanted to gain more fieldwork experiences. That’s the reason why I am here in Costa Balenae now! Before I came here, they provided an information package including a description of their project and what methods they use. Costa Balenae’s Delfini del Ponete was exactly matched with my interests and what I wanted to be experienced. Study on population status and habitat use, which is one of their major aim of the project, was one of my interests for a long time. Especially, I was always wondering where they spend their time and what is their criteria of habitat selection. So, I did not want to miss this opportunity and applied in a hurry. Finally, I got the positive answer and so happy to join in this project.

[Jade]

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén