Delfini Del Ponente - Costabalenae.it

Bottlenose Dolphin Research Project

Tag: cetacei (Page 1 of 5)

Ricordi di un’estate con Delfini del Ponente

[Eng below] Ciao a tutti, per l’ultima volta!

Questa estate è sicuramente una di quelle che ricorderò, della quale ho amato ogni secondo. Ci sono stati alcuni momenti fantastici, ogni incontro coi delfini fatto in questi tre mesi è stato unico ed emozionante. Per non parlare di quando li ho avvistati io per prima dopo ore e ore di ricerca…un sentimento magico!    

La intern Coordinator Rose Ellis

Anche sul Corsara, la barca di whale watching, abbiamo fatto alcuni avvistamenti che non scorderò. L’equipaggio è favoloso ed è stato molto piacevole trascorrere le giornate con loro. Son stata molto fortunata: pensate che ho incontrato 5 delle 8 specie di cetacei che si trovano nel Santuario Pelagos.

Le balenottere comuni, secondo animale più grande sulla faccia della terra sono davvero esageratamente grandi! Abbiamo incontrato più volte i capodogli sui canyon e ogni volta che hanno sollevato la loro pinna caudale, sono rimasta impressionata al pensiero di quanto in profondità siano in grado di immergersi. Gli zifi invece, sempre molto elusivi, sono stati ogni volta una bella sfida da avvistare e avvicinare. Le stenelle, al contrario, sempre pronte a saltare e nuotare sotto la prua della barca- anche sotto al gommone talvolta così vicine che avremmo potuto toccarle (ma tranquilli, non l’abbiamo fatto!). E ovviamente loro, i preferiti qui a Delfini del Ponente, i tursiopi…così lungamente cercati e così difficili da avvistare da rendere ogni incontro unico e indimenticabile!

Il nostro Project coordinator Davide Ascheri

Ma quello che non avevo previsto prima di arrivare qui, è quanto mi sarei divertita con Elena, Davide e tutti gli stagisti che abbiamo ospitato. Ho lasciato l’Italia con il cuore pieno di risate e veri amici.

Ho anche guadagnato un grande rispetto per coloro che raccolgono le olive! Davide infatti mi ha invitato a partecipare all’abbacchiatura degli alberi della sua famiglia, e una volta che ho capito quanto vigorosamente bisogna sbattere i rami dell’albero, mi sono davvero divertita, anche se poi il giorno dopo il mio corpo era a pezzi!La mia ricompensa? Una bottiglia di olio nuovo, che fortunatamente è sopravvissuto al viaggio in aereo! Grazie di cuore anche alla famiglia di Davide.

Mi sono sentita davvero bene facendo yoga ogni settimana, ed è stato un vero piacere andare a fare immersione con Elena e Gianni attorno all’isola Gallinara. Elena mi ha inoltre insegnato come fare dei veri gnocchi di patate, una skill che mi riporterò a casa e spero di poter riutilizzare. Questo potrebbe richiedere alcune chiamate in panico alle prese coi fornelli Elena, Attenzione!

la nostra Project Coordinator Elena Fontanesi

Ho incontrato anche molte persone molto accoglienti in città, che hanno contribuito a farmi sentire a casa ad Imperia, cosa che non scorderò. Andrea e Caroline soprattutto sono stati davvero carini e ho trascorso dei gran bei momenti con loro, inoltre è grazie al loro contributo che il nostro team ha potuto gustare una cenetta tradizionale inglese una delle ultime sere! ‘Toad in the hole’ e il tradizionale ‘crumble di mele’ con crema come dessert (grazie a Caroline per aver provveduto alla crema, una vera salvatrice in questa situazione!).

Mi sono innamorata del cibo, del mare e della gente di Imperia e sempre ricorderò i momenti trascorsi qui con grande piacere. Sono davvero curiosa di mantenere i contatti con il team Delfini del Ponente per vedere quali super  traguardi riusciranno a raggiungere! Ho un grande rispetto per questo team e sono onorata di averne fatto parte!

Grazie, Delfini del Ponente. Alla Prossima. 

Rose 

La intern Coordinator Rose Ellis

Hello everyone, for the last time!

This summer has been one to remember and I have loved every second. There have been some obvious highlights, the dolphins being truly beautiful to witness so close by and we have had some amazing encounters over the last three months. Spotting them myself through the binoculars that we would look through for hours was a really magical feeling. 

The whale watching boat, the Corsara also bought some sightings to remember. The crew were all fantastic and I always enjoyed my days spent with them. I was lucky enough to see five of the eight cetaceans found here in the Pelagos Sanctuary in the Ligurian Sea.

Fin whales, the second largest whale in the world were just as large as you can imagine! The sperm whales made regular appearances in the canyons and each time that fluke went up, I was reminded by how remarkably deep they dive. Cuvier’s beaked whales made a fleeting appearance, their allusive character made them difficult to see. Striped dolphins would come and play on the wake or bow ride – sometimes even on the zodiac, so close we could have touched them (don’t worry, we didn’t!).And of course, the all-time favourite here at Delfini del Ponente, the bottlenose dolphins that we searched so long and hard to spot, making it all the more rewarding when we did. 

Capodoglio

But what I didn’t imagine before I came was just how much fun I would have with the Elena, Davide and the interns that came. I have left Italy with a heart full of laughs and true friends. 

I have also gained a real respect for the olive pickers! Davide invited me to help harvest his families olive trees and once I got over how vigorously the tree is shaken, I thoroughly enjoyed it, even if my whole body ached the next day! I was rewarded with my very own bottle of olive oil, which luckily didn’t smash in my bag on the plane home. A big thank you goes out to Davide’s family. 

La intern Coordinator Rose Ellis

I felt right at home doing yoga each week and it was a real treat to go scuba diving with Elena and Gianni around Gallinara Island. We saw some big fish and I was ecstatic to be underwater again. Elena also taught me how to make true Italian gnocchi, a skill I hope I’ll be able to reproduce. This might involve some panicked phone calls in the future so Elena, Attenzione!

in barca a vela con Andrea

There were many kind people I met in the town, all of whom made me feel very welcome and I cannot thank Imperia enough for that. Andrea and Caroline especially were a pleasure to meet and spend time with and we owe it to them that I was able to make a true English dinner one evening for the team. Toad in the hole and an old fashioned apple crumble with custard for dessert (custard provided by Caroline who was a lifesaver in this situation). 

I fell in love with the food, the sea and the people of Imperia and I will forever cherish my memories of my time there. I am excited to keep in touch and see what amazing things this research team can achieve, I have the upmost respect for this team and feel honoured to have been a part of it. 

Grazie, Delfini del Ponente. Alla Prossima.

Rose 

 

Delfini del Ponente, che esperienza!

[Eng below] Ancora qualche ora e la mia avventura qui ad Imperia sarà ufficialmente giunta al termine. Questo mese è volato, eppure credo di aver assaporato ogni giorno, cosa di cui posso solo essere felice.

Posso dire senza alcun dubbio che è stata un’esperienza formativa sotto ogni punto di vista. Non solo ho avuto modo di ‘vivere la scienza’ dello studio dei tursiopi in prima persona, ma sono diventata anche un po’ più indipendente come adulta e ho conosciuto persone speciali, che mi sarà impossibile dimenticare.Cioccolata e sorrisi per l'ultima mattina in ufficio per il team

Anche se ho visto i Delfini del Ponente soltanto una volta di persona, posso dire di conoscerli almeno un pochino dalle ore di photoID; ho imparato a riconoscere le sule e le berte, ho incrociato un sacco di pesci luna. Ho testato (purtroppo senza superarli) i limiti del mio mal di mare, e ormai riconosco un tremaglio in attività anche dalla strada. Non ho avuto l’onore di vedere un capodoglio, ma ho potuto ammirare le stenelle saltare sulle onde di una barca. Ho visto piccoli, deliziosi scorci di Imperia e dintorni, ho mangiato del Vero Cibo Britannico, e ho persino provato una lezione di yoga (che fatica, e che fame una volta finito!). E quanto, quanto mi mancherà poter girare senza cappotto in Ottobre, e sentire il sole caldo sulla faccia anche adesso che è autunno!Giuditta che pregusta la cena super British di Rose

Ho avuto il piacere e l’onore di condividere la casa con Anya e Rose, ragazze meravigliose con cui ho condiviso conversazioni profonde e allo stesso tempo momenti di assoluta ilarità. Lo ammetto, mi farà strano non parlare costantemente in inglese dopo un mese passato a non fare altro! E sarà anche triste non scandalizzare più Rose con le mie ‘frasi oltraggiose’, costringendola a pronunciare il mio nome con un tono da maestra esasperata! In fondo credo che ci abbia preso gusto pure lei!

Non posso che ringraziare i ragazzi del team di Costa Balenae, Davide, Elena ed Enrico, per avermi accolta in questa fetta del progetto, per avermi sopportata pazientemente quando il mal di mare o l’inesperienza mi facevano sbagliare, per aver condiviso la loro esperienza e le loro conoscenze (non solo scientifiche, vero Enrico?) e per avermi trasmesso la grande passione con cui affrontano ogni aspetto della ricerca e della vita. Siete persone straordinarie e non posso che augurarvi tanti delfini (e tante berte!), tanto successo, e di potervi rivedere presto!

Sono felice di tornare a casa, ma mi porterò Imperia e i suoi delfini nel cuore.

Buon mare!

Giuditta

l'interessante presentazione di Giuditta sulla genetica dei tursiopi del Mediterraneo

A few hours left and then my adventure here in Imperia will have reached its conclusion. This month has flown away, but I feel like I have savoured every day, a thing I can only be happy about.

I can say without a doubt that this has been a formative experience under any point of view. Not only I had occasion to ‘live the science’ of studying bottlenose dolphins in person, but I also became a little more independent as an adult and I met really special people, who will be impossible to forget.

Although I saw the Dolphins of Ponente out at sea only once, I can say that I know them a little by doing photoID for hours; I learnt how to recognise gannets and shearwaters, and I met a lot of sunfish. I tested (without surpassing them, unfortunately) the limits of my seasickness, and by now I can spot a ‘trammel in activity’ even from the road. I didn’t have the honour to see a sperm whale, but I could admire striped dolphins surf on the waves of a boat. I saw small, precious views of Imperia and its surroundings, I ate some True British Food, and I even tried a yoga lesson (what a struggle, and how hungry I was by the end!).

And oh, how I’ll miss going out without a coat in October, and feel the warm sun on my face even though it’s autumn!

Elena, Rose e Giuditta in esplorazione al Parasio

I had the honour and the pleasure to share an apartment with Anya and Rose, lovely ladies with which I shared deep conversations and also moments of complete hilarity. I admit it, it’s going to be so strange not talking constantly in English after having spent a month doing so! And it’ll also be sad that I won’t scandalize Rose anymore with my ‘outrageous sentences’, making her enunciate my name with the tone of an exasperated teacher! To be honest, I think she liked it too!Ultima cena per il team Delfini Del Ponente del 2019

I can only thank the guys from the Costa Balenae team, Davide, Elena and Enrico, for having welcomed me for this part of the project, for having patiently put up with me when my seasickness of my inexperience caused me to make mistakes, for having shared their experiences and their knowledge (not just the scientific one, right Enrico?) and for having instilled in me the great passion with which they deal with every aspect of the research and of their lives. You guys are extraordinary and I can only wish you lots of dolphins (and lots of shearwaters!), lots of success, and also the hope of seeing you again soon!

I am happy to go home, but I’ll always carry Imperia and its dolphins in my heart.

May the sea always be good for you!

Giuditta

 

Elefanti marini ed altri racconti

[ENG below] Ciao!

le ultime settimane sono state richissime di avvenimenti. Abbiamo salutato le stagiste Maisie e Erica e visto fauna incredibile, tra cui ben 4 capodogli! E’ stato poi un piacere incontrare le nuove interns Anya e Sarah che sono al momento molto occupate nella formazione per il Progetto. Le Vele d’Epoca sono state molto avvincenti e la nostra mostra ‘Delfini e balene della Costa delle Balene’ è stata un grandissimo successo!Team di settembre al completo  La scorsa settimana ho anche fatto alle ragazze la presentazione sui pinnipedi e ne approfitto per raccontarvi alcuni fatti interessanti su questi animali.

I pinnipedi sono mammiferi marini, carnivori e dotati di pinne. Ci sono ben 134 specie diverse e sono divise in : focidi (vere foche) e otaridi ( leoni marini e otarie). Qui in Liguria attualmente non si trovano pinnipedi ma il Mediterrao ospita la foca monaca mediterranea, che è considerata ‘in pericolo’ di estinzione dalla lista rossa di IUCN.

Io ho parlato principalmente di elefanti marini del sud, dato che sono quelli che conosco meglio avendo passato un lungo periodo alle isole Falklands, proprio a Sea Lion Island. Ho raccontato alcune delle più comuni strategie per studiare questi animali, che spendono fino all’88% del loro tempo in acqua. Sono dei grandi apneisti, pensate che per un periodo hanno avuto il record di immersione più profonda battendo addirittura il capodoglio! Sono in grado di immergersi fino a 1000 m di profondità, ma nulla può battere lo zifio che detiene attualmente la profondità più elevata!  Ah, giusto per rendervi partecipi…ho avuto la fortuna di incontrare gli apneisti migliori al mondo, capodoglio e zifio, proprio qui a Imperia!

elefante marino del sud

I cuccioli vengono allattati per 3 settimane, e in questo periodo triplicano il loro peso! Appena iniziano ad esercitarsi nelle prime immersioni, la loro capacità di trattenere il fiato aumenta del 46%, è stupefacente!

Gli elefanti marini stanno a terra due volte l’anno, una volta per riprodursi, l’altra per cambiare la pelliccia. La stagione riproduttiva può essere molto cruenta, con i maschi che combattono fino alla morte, talvolta. Durante la muta invece perdono tutta la pelle, dev’essere molto fastidioso secondo me!

Il maggior predatore dei leoni marini è senza dubbio l’orca, ma anche lo squalo bianco fa il suo dovere….Su Sea Lion Island le orche sono in grado di entrare in piscinette naturali dove i piccoli imparano a nuotare per approfittare di facili prede.

Spero vi sia piaciuto questo viaggio nel mondo dei pinnipedi!

Ah, un update importante: il mio gusto di gelato preferito al momento è senza dubbio la meringa al limone, delizia!

A presto,

Rose

Rose Ellis con il suo gelato preferito

Ciao,

Last week was eventful. We bid farewell to the interns Maisie and Erica and saw some incredible wildlife, including four sperm whale sightings! It has been great to meet the new interns Anya and Sarah and they’re busy undergoing all their training as we speak. The yacht festival Vele d’Epoca has been fun and our photo exhibition, showcasing some of the incredible wildlife of the Ligurian Sea, has been a huge success!

Also last week I presented my presentation on pinnipeds and I want to share with you some of what I talked about.

Pinnipeds are aquatic, carnivorous, fin-footed mammals. There are 134 species and they are split into: Phocidae (true seals), Otariidae (fur seals and sea lions) and Odobenidae (walruses). Here in the Ligurian sea, there are no pinnipeds found but the Mediterranean is home to the Mediterranean monk seal, which is considered endangered according to the IUCN Red List.

Capodoglio nel Ponente ligure

I mainly spoke about Southern Elephant Seals, as that is where I have most experience, from my time studying them on Sea Lion Island in the Falklands. I also talked through some possible research techniques for finding out more about these animals, which spend 88% of their time at sea. They are marvelous divers and even held the record for the deepest recorded dive at one point, beating even the sperm whale. They can dive to over 2000m, but even this does not top the best divers of all time – the Cuvier’s beaked whale. Both sperm whales and Cuvier’s beaked whales, I have been lucky enough to see while here!

The pups suckle for around three weeks and by the time they are weaned they have tripled their weight. Once they start to indulge in diving behaviour, their capacity for storing oxygen increases by 46%. They are very specialised divers! It has been joked that elephant seals should be known as ‘divers’ as opposed to ‘surfacers’.

Southern Elephant seals haul out of the water twice a year, once to breed and once to moult. During the breeding season the males often fight to the death and have a harem style of dominance. During the moult, their entire skin is shed – it looks super itchy to me!

orche nelle piscinette naturali

Pinnipeds are prey for one particular cetacean, the killer whale. Southern Elephant seals’ other main predator is the great white shark. On Sea Lion Island, orcas even enter into a tidal rock pool and hunt weanlings learning to swim.

I hope you enjoyed reading about some other marine mammals.

An update on my favourite gelato flavour… It has to be the lemon meringue this time!

See you again,

Rose

Dalla cattività al mare aperto…conosciamo Sarah!

Ciao,
sono Sarah, vengo da Udine e sono laureata in scienze biologiche.
Da sempre amo gli animali e fin da piccola ho sempre avuto la passione per i delfini, con i quali prima o poi mi piacerebbe poter lavorare a tempo pieno!!

Il mio percorso universitario mi ha portata a lavorare sia come stagista che come  biologa in diversi centri zoologici; in effetti ho potuto lavorare con i grandi felini in un parco privato vicino a Padova. Stare a fianco a fianco a questi animali maestosi e pieni di fierezza ti rende conscio di quanta bellezza ed eleganza esista nel regno animale, le tigri poi sono il top, soprattutto quando ci fai amicizia e ogni due secondi vogliono marcarti affettuosamente con qualche goccia di pipì!! -.-‘

Durante l’università ho anche lavorato come stagista al Parco Zoo Punta Verde dove, oltre a lavorare con i bambini educandoli alla salvaguardia delle spiagge e del mare, ho potuto anche prendere parte alle escursioni all’interno dell’area dedicata ai lemuri!! Questi primati sono davvero una forza, sono pieni di energia e saltellano dappertutto proprio come nel cartone Madagascar, ogni volta che entravo a contatto con loro finivo sempre a pensare a Re Julian e alla canzone “mi piace se ti
muovi” 😀

L’esperienza però per me più emotivamente significativa è stato lavorare per tre estati in un delfinario dove mi sono occupata sostanzialmente di tutto ciò che concerneva i delfini: porzionare i pasti, prendere parte alle sessioni di addestramento e a quelle mediche e soprattutto monitorare alcune femmine gravide, i loro parti e i loro piccoli. Veder nascere un delfino è la cosa più emozionante che mi sia mai capitata, penso di aver pianto di felicità un’infinità di volte mentre lavoravo con loro.

I delfini sono qualcosa di eccezionale, sono intelligentissimi, complessi e
affascinanti. Possono essere estremamente potenti ma anche estremamente delicati. Lavorando a stretto contatto con questi mammiferi ci si rende conto di quanto siano complessi e di quanto ci sia ancora da imparare su di loro…

Starei delle ore a parlarvi delle mie avventure con i delfini ma ormai ho già scritto troppo, adesso non resta che aspettare e vedere cosa ci riserverà questa nuova
avventura! Non vedo l’ora di iniziare!! Ciao!!

Sarah

 Sarah da settembre con il progetto Delfini del Ponente

Hi!!
My name is Sarah, I live in Udine (a city in the North East of Italy) and I have a degree in Biological Science. I have always loved animals and since I was a child I have always had a passion for dolphins, with whom I would like to work full time in the future.

My university career has led me to work both as an intern and as a biologist in various zoological centers; in fact I was able to work with big cats in a private park near Padua. Standing side by side with these majestic and proud animals makes you aware of how much beauty and elegance exists in the animal kingdom, tigers then are the top, especially when you make friends with them and every two seconds they want to mark you affectionately with a few drops of pee!! -.-‘

During the university I also worked as an intern at the Parco Zoo Punta Verde where, in addition to working with children, educating them to protect the environment and the sea, I could also take part in excursions within the area dedicated to the lemurs!!
These primates rock, they are full of energy and they jump everywhere just like in the Madagascar cartoon, every time I came into contact with them I always ended up thinking about King Julian and the song “I like to move it, move it” 😀

The most emotionally significant experience for me was working for three summers in a dolphinarium where I basically dealt with everything related to dolphins: preparing meals, taking part in training and medical sessions and especially monitoring some pregnant females, the birth and their calves.
Seeing a dolphin birth is the most exciting thing that ever happened to me, I think I cried with happiness countless times while working with dolphins… they are something exceptional, they are very intelligent, complex and fascinating; they can be extremely powerful but also extremely delicate.

When you work side by side with these mammals you realize how complex they are and how much there is still to learn about them… I would spend hours talking to you about my adventures with dolphins but now I have already written too much, now all that remains is to wait and see what this new adventure will bring…
I cannot wait to start!! See you soon!!

Sarah

Sarah, nuova stagista di settembre

Ultima settimana di agosto!

[ENG below] Ciao a tutti!

Rieccomi qui, già per l’ultima volta, a raccontarvi di quest’ultima settimana.

Mercoledì è stata una giornata un po’ diversa per Maisie e me; eravamo infatti divise e, mentre lei era sull’imbarcazione Mola Mola con Elena, io ero sulla Corsara col suo team. Inizialmente è stato difficile avvistare qualcosa, soprattutto perché il mare era molto mosso e non è mai facile scorgere pinne dorsali o spruzzi d’acqua fra le onde, ma poi abbiamo visto un primo gruppo di circa quindici stenelle striate e si sono dimostrare molto socievoli con l’imbarcazione. Per quanto ora non sia la prima volta per me, è sempre un’emozione vederle saltare libere fra le onde, soprattutto quando, come in quest’uscita, si vedono cuccioli stare accanto alle madri e saltare insieme a loro!

Uscita all'alba fuori Imperia

Durante la stessa uscita, siamo anche riusciti a scorgere in lontananza anche un gruppo di tonni, una manta che saltava fuori dall’acqua ed una berta maggiore.

Ma la cosa più emozionante è stata certamente quando col binocolo ho visto per prima un gruppo di cinque zifi non troppo lontani da noi! È molto raro vederli durante le uscite, e ancor più raro vederne così tanti insieme; inoltre, di solito sono animali molto timidi, ma stranamente sono rimasti a pochi metri dalla barca, senza mostrarsi disturbati dalla nostra presenza. Insomma, un primo avvistamento davvero indimenticabile per me! Purtroppo, quando anche la Mola mola con a bordo Maisie si è avvicinata agli zifi, questi sono rimasti in superficie solo per pochi minuti per poi scomparire nell’acqua, ma sono contenta che anche lei sia riuscita a vedere queste creature meravigliose!

lo zifio avvistato dai biologi costa balenae

Il giorno successivo, Maisie ed io siamo rimaste in ufficio per trascrivere dati di uscire passate e continuare col lavoro di foto-identificazione che avevamo iniziato la scorsa settimana, per poi avere ben due giorni liberi consecutivi. Ed una sera di questi due siamo anche andati ad una festa medievale a Finalborgo; inutile dire che è stata davvero una serata fantastica!

Domenica, poi, sono andata sulla Mola mola con Elena, ed abbiamo visto due gruppi di stenelle striate, dei tonni in mangianza ed anche delle berte maggiori e minori; siamo riuscite ad avvistare anche uno zifio in lontananza, ma purtroppo poi si è immerso e non siamo più riuscite a vederlo. Maisie e Rose, invece, sono andate sulla Corsara, e sono state davvero fortunate ad aver visto due capodogli!

In questi ultimi giorni, infine, Maisie ed io esporremo le nostre relazioni finali, dopo di che questo mese ricco di emozioni finirà… Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di partecipare al progetto “Delfini del ponente”, e spero che un giorno ognuno di voi possa provare anche solo per un giorno l’emozione di lavorarci e studiare delle creature davvero magnifiche!

Ciao a tutti, e forse alla prossima (mai dire mai),

Erica

Il team alla festa medioevale a Finalborgo

Hi everyone,

here I am again, for the last time, to talk to you about the last week.

Wednesday was a little bit different for Maisie and I; we were divided, while she was on the boat Mola Mola with Elena, I was on the Corsara with its crew. At the beginning it was very difficult to see something, especially because the sea was very rough and it isn’t easy to spot dorsal fins or splashes in the waves. But then we saw a group of about fifteen striped dolphins and they were very sociable with the boat. Even though it wasn’t the first time for me, it’s always a pleasure to see them jumping freely into the waves, especially when, as during this sighting, there are calves close to their mother they jump together.

During the same outing, we also saw a group of tuna far away, a manta jumping out from the water and a Scopoli’s shearwater.

But the most beautiful thing was when I saw through my binoculars a group of five Cuvier’s beaked whales for the first time and not too far form us! It’s very rare to see them during the surveys, and to see a lot of them all together is even more rare. Usually they are very shy animals, but strangely they stayed few metres from the boat, not disturbed by our presence. This first spot will be unforgettable for me! Unluckily,

when the Mola mola boat with Maisie on board arrived close to the Cuvier’s beaked whales, they stayed on the surface for few minutes and then they disappeared in the water, but I’m happy that also she saw these beautiful creatures!

Il team dopo il 40esimo avvistamento della stagione!

The next day, Maisie and I stayed in the office to transcribe data from past surveys and to continue with the photo-ID work that we started the last week, and then we had two consecutive days off.

And one of these two nights we also went to a medieval re-enactment in Finalborgo – it was a very amazing night!

On Sunday I went on the Mola mola with Elena, and we saw two groups of striped dolphins, some tuna and Scopoli’s and Mediterranean shearwater We also saw a Cuvier’s beaked whale, but then it went in the deep water and we couldn’t see it anymore. Maisie and Rose went on the Corsara, and they were very lucky to see two sperm whales!

In the last few days, Maisie and I will present our final presentation, and then this month, which has been full of happiness will end… I’m very happy to have had the chance to participate in the project “Delfini del ponente”, and I hope that one day you all could try, even for just a day, to experience this and to study these very beautiful creatures!

Bye everyone, see you next time (never say never),

Erica

Incontri emozionanti e altri racconti!

[ENG below] Ciao a tutti,

Io ed Erica stiamo trascorrendo un periodo favoloso qui ad Imperia. Abbiamo già trascorso più della metà del nostro stage qui e l’idea di avere solo alla fine di agosto inizia ad essere pressante…non vogliamo andarcene così presto!

Dal nostro ultimo resoconto siamo state in barca altre 3 volte…una è stato il nostro monitoraggio più lungo, ben 8 ore! E l’altra è stato un vero ‘early start’ dato che eravamo già a bordo alle 7 di mattina (non troppo male se penso che negli scorsi mesi si trovavano anche alle 6, non li invidio di certo!).

incontro mozzafiato con i tursiopi

In due delle 3 uscite abbiamo avuto solo donne a bordo e abbiamo visto le stenelle striate che facevano bow riding sotto la prua e surfavano le onde di poppa, erano davvero super attive! Stanno diventando una delle specie che preferisco in assoluto avvistare! Abbiamo poi incontrato un gruppetto molto elusivo di tursiopi nella stessa uscita, mentre il giorno seguente circa 7 tursiopi sono stati indubbiamente i più attivi visti finora!

gommone rosa!

Il gruppo faceva frequenti spy-hop per vedere chi eravamo, socializzavano fra loro grandi e piccoli e sono venuti davvero vicinissimo al gommone! Questo ha reso possibile scattare buone foto per la foto-identificazione degli individui (speriamo!) e girare alcuni video subacquei con la GoPro. C’erano alcuni cuccioli che giocavano insieme, spettacolari!

tursiope curioso

Sebbene le stenelle siano uno dei miei avvistamenti preferiti, devo ammettere che questo incontro con i tursiopi è stato senza dubbio uno dei miei preferiti dell’intero mese! Infatti, di solito questi animali nuotavano semplicemente, in questa occasione è stato davvero un privilegio poter vederli a loro agio vicino a noi giocando e interagendo spontaneamente! E’ stato meraviglioso e senza dubbio me lo ricorderò per sempre!

Ovviamente assieme agli avvistamenti, cresce anche la quantità di dati da elaborare. Abbiamo infatti trascorso alcune giornate in ufficio cercando di completare la foto-identificazione degli individui avvistati in alcune uscite. Mi piace pensare che stiamo migliorando man mano nel riconoscere i vari individui, ma per sbaglio l’ultimo avvistamento che abbiamo rielaborato abbiamo incluso anche delle stenelle striate tra i tursiopi identificati, oops! Mi sa che ancora ne deve passare di tempo prima che il team si possa fidare del nostro lavoro di foto-ID!

Speriamo che il prossimo post riguardi il 40esimo avvistamento di quest’anno….e del gelato che ci spetta!=)

Maisie

avvistamento di tursiopi isola Gallinara

Hello everyone,

Erica and I are having a brilliant time here in Imperia. We are over halfway through our time here and the idea of only being here until the end of August is starting to dawn on us…we don’t want to leave so soon!

Since our last update, we have been out on the boat 3 more times…one was our longest survey to date of 8 hours and the other was the earliest start to a survey yet, being at the boat for 7am (which isn’t too bad considering the many 6am starts in other months, I don’t envy them and I am certainly not complaining!).

avvistamento di tursiopi isola Gallinara

For 2 of the 3 outings on the boat it has just been us girls and we have seen a couple of pods of striped dolphins bow riding and wave riding, they were very active jumping out of the water and surrounding the boat. They are fast becoming one of the most exciting species to see. We also saw a small group of elusive bottlenose dolphins on one outing followed the next day by a small pod of around 7 bottlenose that are the most active we have seen them yet.

The group was spy hopping, socializing with one another and coming closer to the boat than we have ever experienced. This made for some (hopefully!) good photos for identification of individuals and we managed to use the GoPro to get some good footage of them swimming underwater. There were a couple of calves playing too, which made the experience all the more sweet!

Whilst the striped dolphins are still a really exciting species to see, this encounter with the bottlenose was one of my favourites out of all the encounters and all the species so far this month. As we have been used to seeing the bottlenose simply swimming through the water near us, it was a privilege for them to feel comfortable enough to show us their playful side and allow us to see the way they interact with each other. It was a beautiful encounter and one I will never forget.

il team emozionato durante un avvistamento di stenelle striate

Of course, with these encounters comes a lot of data analysis. We have had a couple of days in the office since the last update from Erica. We have been working on completing the photo identification folders that have been set for us. I like to think we are improving with our abilities to recognise the individual bottlenose dolphins from the catalog, but we did accidentally include some photos of striped dolphins at one point so maybe we have a long way to go before the team can trust us…oops!

Hopefully the next post will be about the 40th bottlenose dolphin sighting! And of course the ice cream Davide has promised to buy us all for spotting them!

Maisie

Tursiopi davanti alla Gallinara

Erica, da Torino per studiare i tursiopi!

Ciao!

Sono Erica, ho 20 anni e provengo da un piccolo paese in provincia di Torino. Sono iscritta al corso di laurea triennale in Scienze Naturali presso l’università di Torino, di cui devo iniziare il secondo anno, con l’intenzione di specializzarmi poi in biologia marina.Fin da bambina ho sempre amato la natura, in particolare il mare ed i delfini, e stare in diretto contatto con essa.

Quando ho scoperto il progetto di ricerca “Delfini del Ponente” ho subito contattato Costa Balenae, ed ora eccomi qui a Imperia, felicissima di avere la possibilità di conoscere al meglio le fantastiche creature che abitano il Mar Ligure. Credo davvero che questa possa essere un’ottima opportunità per chi, come me, vorrebbe lavorare nella ricerca e nella salvaguardia delle specie e degli ambienti marini, e sono grata di poter fare la mia prima esperienza in questo campo insieme ad un team come questo.

Per ora, Davide ed Elena hanno spiegato a me e l’altra stagista come usare l’attrezzatura a bordo e come comportarsi durante le uscite in mare, ed anche Rose è molto disponibile per ogni nostro dubbio, ma non vedo l’ora di poter vedere i delfini! Vi aggiornerò nelle prossime settimane,

a presto!

Erica

binocular on the zodiac

Hi!

I’m Erica, I’m 20 years old and I come from a little city near Turin. I’m a student of the school of Natural Science at the University of Turin, in which I will begin the second year, with the intention to specialize in marine biology.Since I was a child I have loved nature, in particular the sea and dolphins, and to stay in direct contact with it.

When I found the research project “Delfini del Ponente” I immediately contacted Costa Balenae, and now I’m here in Imperia, so happy to have the possibility to know better the amazing creatures that live in the Ligurian Sea.  I really think that this could be a good opportunity for who, like me, would work in research and in safeguarding of marine species and environments, and I’m so grateful to can have my first experience in this field with a team like this. For now, Davide and Elena explain to me and the other intern how to use the equipment on board and how to behave when we go out to sea, and also Rose is very available to help us if we need it, but I can’t wait to see the dolphins!

I’ll update you in the next weeks,

see you soon!

Erica

office work

Ecco Rose, la nostra nuova intern coordinator!

Ciao, piacere di conoscervi! Mi chiamo Rose e sarò la Intern Coordinator con Costa Balenae per i prossimi tre mesi!

Vivo a Gloucestershire, nel Regno unito e sono super emozionata di passare del tempo qui ad Imperia, per studiare i tursiopi e tutti gli altri animali marini presenti nel mar Ligure, ma anche  riempirmi di gelato italiano e provare tutti i gusti ovviamente!

Sono cresciuta in una fattoria e sono sempre stata affascinata dal mondo naturale per questo ho proseguito la mia passione studiando e laureandomi in scienze fisiche e geografiche al King’s College London University. Ho successivamente partecipato come volontaria in Cambogia al  Marine Conservation Cambodia per due mesi. Qui per la prima volta ho imparato come raccogliere dati ecologici e comportamentali su una specie molto particolare di delfini: l’orcella asiatica. Ho anche partecipato ad immersioni subacque scientifiche per lo studio di piante aquatiche e cavallucci marini.

Successivamente sono partita per le isole Falklands come volontaria per l’ Elephant Seal Research Group che fa ricerca sulle orche e sugli elefanti marini Un’esperienza incredibile e più conosciamo sulla natura e biodiversità, più possiamo proteggere e conservare.  Sono molto felice di far parte di questo progetto .Mi trovate su Instagram o di fronte al negozio di gelato…

Rose 
ROSE FALKLANDS

Hello, nice to meet you! I am Rose and I will be the Intern Coordinator here at Costa Balenae for the next three months. I am from Gloucestershire in the UK and I am super excited to spend some time in Imperia, surveying the bottlenose dolphins and I aim to eat my bodyweight in gelato – every flavour, of course! I grew up on a farm and have always been fascinated by the natural world. I continued my passion through studies and graduated with a BSc in Physical Geography from King’s College London University.

I then volunteered in Cambodia at Marine Conservation Cambodia for two months. It was there that I first learnt how to complete a dolphin survey and collect behavioural data on the Irrawaddy dolphins there. I was also trained in scientific scuba diving and performed seagrass and seahorse surveys underwater.

From there I went on to volunteer with Elephant Seal Research Group on Sea Lion Island in the Falklands and researched mainly killer whales and elephant seals. It was an incredible experience and the more we know about nature and wildlife, the more we can do to protect and conserve it.

ELEPHNAT SEA However, we need to persuade others that it is worthwhile, which is what I hope to do here as Intern coordinator. I am very happy to be part of such a project!

Catch me on Instagram @roseieellis or at the local ice cream parlour…

Rose 

5 mesi di Progetto…volati in un battibaleno!

Rieccomi!

Cinque mesi sono volati, tra delfini, balenottere, capodogli, uccelli marini e non e con la mia ultima uscita sulla Corsara, con Whale Watch Imperia anche due fantastici zifi! Ho fatto una bella collezione in questi mesi, ma non solo di cetacei, anche di bellissimi momenti. Siamo passati da uscire in gommone con 15 strati addosso a soffrire il caldo con la maglietta!

delfini del Ponente dolphin cake

I tursiopi ci hanno dato molte soddisfazioni, soprattutto in questo ultimo mese, sapevano che poi li avrei salutati? Ho anche dato il nome a una bella delfina, D1! Abbiamo avuto avvistamenti semplici con pochi individui e altri con più di 25 delfini! Decisamente più complicati ma che spettacolo! Ho anche imparato ad approcciare questi fantastici animali con il gommone, la prima volta è stato stressante, avevo paura di sbagliare qualcosa e disturbarli troppo, poi con l’esperienza e l’aiuto di Davide ed Elena ci ho preso sempre più confidenza e ci ho davvero preso gusto! In questi 5 mesi siamo arrivati a quota 30 avvistamenti, con tanto di gelato a fine avvistamento! Sono stata anche abbastanza fortunata da essere presente alla festa dei 50 avvistamenti dall’inizio del progetto! E ho avuto finalmente occasione di mettermi i miei fantastici pantaloni con i delfini!

ddp dinner

L’avvistamento del capodoglio è stato sicuramente il più spettacolare, ero talmente emozionata che non capivo più niente! Bellissimo ed enorme rispetto al gommone, non me lo dimenticherò mai, ma l’odore, quello vorrei dimenticarlo!

Abbiamo visto tanti tramonti e tante albe, faccio la schizzinosa quando devo svegliarmi presto, ma in realtà le ho adorate tutte!

In questi mesi in Liguria ho conosciuto tantissime belle persone e visitato luoghi bellissimi! Rocchetta Nervina con i suoi laghetti è stato sicuramente il mio preferito!

Ho avuto tanti intern, che si sono sorbiti le mie lezioni di comportamento e bioacustica, Jack e Laura, Maja, Séverine, Francesco, Maria, Katia, Mike, Serena e Daniele, un grazie a tutti voi.

Con Enrico ho imparato a riconoscere tantissimi uccelli e ho potuto esprimere il mio essere naturalista! E quante cose che sa!

Tutto lo staff della Corsara è stato fantastico, sia a bordo sia a terra.

Davide ed Elena sono stati non solo colleghi, amici, compagni di chiacchierate, pattinate e veleggiate. E non dimentichiamo cene e aperitivi! Sono due persone speciali, dai quali ho imparato tanto.

Un grazie di cuore ad ognuno di voi! Spero di avere la possibilità di rivedervi uno per uno in futuro!

Sara

Here I am, again!

Five months just flew away, with dolphins, fin whales, sperm whales, marine and terrestrial birds and, during my last Whale Watch survey on the Corsara, two “beautiful” Cuvier’s beaked whales! I made an amazing collection in these months, of cetaceans and of wonderful moments.  During the surveys, we passed from wearing warm layers of clothes to suffer for the heat with just a T-shirt on.

Bottlenose dolphins gave us many beautiful moments, mostly in this last month, did they know I would have left them? I also gave my name to a nice dolphin girl, D1! We had easy sightings with 2 or 3 individuals and sightings with more than 25 dolphins! They were more complex for sure but what a sight!

Delfini del Ponente marzo

I learnt how to approach these amazing animals with the zodiac, the first time it was stressing! I was scared of making some mistakes and disturbing too much the animals. Then with experience and Davide and Elena’s help I gained confidence and it became a pleasure! In 5 months, we had 30 sightings of bottlenose dolphins and we also had an ice cream after the survey! I was lucky enough to be part of the party for the 50 sightings since the beginning of the project and I finally had an occasion of wearing my amazing dolphins trousers! The sperm whale sighting was the most spectacular; I was so excited that I was out of my mind! It was wonderful and huge compared to the zodiac, I’ll never forget it, but I’d rather forget the smell!

We saw sunsets and sunrises, I am a little annoying when I have to wake up early, but I loved them all!

During these months in Liguria I met a lot of amazing people and saw a lot of amazing places! My favourite is for sure Rocchetta Nervina with his lakes.

I had a lot of interns that had to bear with my behaviour and bioacoustics lessons, Jack and Laura, Maja, Séverine, Francesco, Maria, Katia, Mike, Serena, Daniele. Thanks to all of you.

Delfini del Ponente dal gommone

I learnt how to recognize birds with Enrico and I could express my naturalist personality. And he knows so much!

All the Corsara staff was lovely! Both onboard and on land.

Davide and Elena have been more than just colleagues, friends, good company for the chatting, the skating and the sailing. And don’t forget dinners and aperitivi! Two beautiful souls from which I learnt a lot.

I want to thank all of you! I hope I’ll have the chance to see you again in the future!

Sara

Le avventure di Hook!

[ENG below] Oggi vi parlo di Hook, uno dei nostri delfini a cui sono particolarmente affezionato. A differenza, infatti di tutti gli altri questo tursiope è un po’ particolare, ha avuto un grosso trauma alla pinna dorsale che ora è completamente collassata da un lato. Molto probabilmente è rimasto incastrato in un attrezzo da pesca ma dopotutto è riuscito a sopravvivere. Non frequenta queste acque da poco tempo, pensate infatti che è stata vista da alcuni colleghi già nel 2007 al largo di Savona ed aveva già la pinna in questo stato. Inoltre, all’epoca era stata vista con un cucciolo al fianco, quindi malgrado l’incidente è riuscita ad andare avanti bene.

Hook avvistata da Delfini del Ponente-le avventure di Hook

Noi l’abbiamo incontrata la prima volta a luglio del 2018 alla sera, al largo di Imperia; mi ricordo che appena abbiamo visto questo tursiope subito sembrava avesse perso completamente la pinna dorsale.  Io, ma anche i colleghi a bordo, Isabel, Valentina ed Enrico eravamo preoccupatissimi che fosse successo da poco e sia pensando tra di noi che ad alta voce continuavamo a ripetere .. o no speriamo non sia C5! oppure Pirulino, altri dei nostri tursiopi che in quel momento non avevamo riconosciuto in quel gruppo. Poi analizzando le fotografie abbiamo notato in realtà che si trattava di un nuovo individuo che non avevamo ancora avuto la fortuna di osservare.

Anche in questo caso l’abbiamo vista con un bel cucciolo al seguito quindi sappiamo  per certo che due gravidanze le ha avute.

Il giorno seguente al mattino, la Motonave Corsara l’ha riavvistata al largo di Bordighera con molti altri compagni del giorno prima.

Per molti mesi non si fa più vedere…. Il tempo passa, passano le stagioni ma di Hook sembra non esserci più traccia e sembra essere completamente sparita dalla nostra area di studio. Probabilmente rispetto ad altri individui che osserviamo regolarmente, questo delfino frequenta questa zona solo occasionalmente.

Ma un bel giorno, a metà maggio 2019 durante una giornata cupa, nera (quasi pioveva) ecco che al largo di Alassio avvisto dei tursiopi, Elena si prepara con la macchina fotografica, io al timone mi dirigo verso il gruppo e il resto del team si prepara a prendere i dati. Appena ci avviciniamo ecco che si vede subito che c’è anche lei, è impossibile non riconoscerla, finalmente anche Elena e Sara la vedono dal vivo. Ci avviciniamo per fotografarla bene e per fortuna al suo fianco ha ancora il suo cucciolo che cresce bene e che piano piano si sta marcando sempre di più.

Durante maggio abbiamo l’occasione di rivederla;  il 31 infatti sempre intorno all’Isola Gallinara riavvistiamo un gruppetto di 8 delfini tra cui c’è anche lei , per nulla spaventata si avvicina al gommone e ci nuota a fianco per qualche minuto. Anche il cucciolo sembra aver preso sempre più confidenza con noi e da solo staccandosi da tutti gli altri, inizia a giocare con il gommone, passando da un lato all’altro e facendo un tipico comportamento di “bowriding”.

Che dire? Speriamo che Hook rimanga più spesso qui da noi, in modo tale da monitorarla con più frequenza. Devo dire che vedere questo delfino così diverso rispetto agli altri fa sempre una certa emozione. Lei è un esempio di come si possa sopravvivere, malgrado abbia avuto un grave incidente, è  andata avanti e ora vive felice e serena nelle acque del Mar ligure con un bel cucciolo al suo fianco.

Davide

Hook’s adventures!

Today I talk about Hook, one of our bottlenose dolphins. In comparison to all the others bottlenose dolphins this one is a bit peculiar; it had a big trauma on the dorsal fin and now it is completely collapsed on one side. It was probably caught in fishing gear, but he managed to survive. It was seen by some colleagues, already in 2007 out of the city of Savona and it already had the dorsal fin in this state. Moreover, she was seen with a calf at her side, so despite the accident she managed to carry on her normal life.

We first met her in July 2018 in the evening, out of Imperia; I remember that as soon as we saw this bottlenose dolphin, she immediately seemed to have completely lost her dorsal fin. My colleagues on board, Isabel, Valentina and Enrico and I we were very worried that it had happened recently and was on of our favourite dolphins as C5 or Pirulino, that we have not recognized in that group at that time. Then analysing the pictures, we actually noticed that it was a new individual that we never had the opportunity to spot.

Also, in this case we saw her with a nice calf, so we know that for sure she had two pregnancies.

Hook deve aver subito un forte trauma con attrezzature da pesca

The following day in the morning, the motorboat Corsara spotted again her out the town of Bordighera with many other friends from the day before.

For many months we never see her again … Time passes, the seasons pass but Hook seemed to be no longer here and seems to be completely disappeared from our study area. Probably compared to other individuals, we observe regularly, this dolphin only frequents this area occasionally.

Finally one  day, in mid-May 2019, during a very cloudy and dark day (almost raining), in front of Alassio I spotted some bottlenose dolphins; Elena prepared the camera, ready to do some photo- id, I moved the zodiac towards the group the rest of the team prepared to collect the others data. As soon as we approach the group, we saw immediately that Hook was there too, it is impossible to not recognize her, and finally, even Elena and Sara see her direct at sea and not in a picture.  We approached her to take some good picture and fortunately she still had her calf , which is growing well and is slowly getting more and more marks on the dorsal fin.Hook insieme ad un pod di tursiopi

During May we have the opportunity to see her again; on the 31st, in fact, always around the Gallinara Island, we again sighted a group of 8 dolphins; not at all frightened by us, she approaches the zodiac and swims alongside for a few minutes. Even the calf seemed to become more and more familiar with us and moving away from all the other individuals, it begins to play with the boat, passing from one side to the other and doing a typical “bow-riding” behavior.

What to say? We hope that Hook will stay here for a while, in order to monitor her more frequently. I must say that seeing this dolphin so different from the others is always a particular emotion. She is an example of how dolphins can survive and live happily and peacefully in the waters of the Ligurian Sea with a beautiful calf on her side.

Davide

Hook durante il primo avvistamento di questa mamma con calf

Page 1 of 5

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén