Delfini Del Ponente - Costabalenae.it

Bottlenose Dolphin Research Project

Categoria: Novità

Prime impressioni!

[ENG below] Francesco ci racconta le sue prime impressioni dopo una settimana di stage con il nostro Progetto! 

Dopo la prima settimana abbiamo già fatto un’uscita completa in mare, un’uscita sulla Corsara, photo ID di un avvistamento precedente e abbiamo fatto birdwatching con l’esperto Enrico!

L’uscita in mare è stata emozionante, abbiamo fatto un survey abbastanza corto di 5 ore senza però vedere i Tursiopi.

Anche se non abbiamo visto i delfini è stato interessante perché ho potuto capire come funzionano le dinamiche nello zodiac!

Poi domenica abbiamo assistito lo staff della barca whale watching Corsara. Abbiamo approfittato per cercare dei Tursiopi nella prima e ultima parte del viaggio e dopo, quando siamo andati a largo, abbiamo avvistato delle bellissime stenelle!

Durante la settimana purtroppo non si poteva uscire per colpa del tempo non ottimale e quindi abbiamo fatto photo ID con le foto fatte a Maggio dal team precedente. E che avvistamento!

Infine giovedì abbiamo fatto del birdwatching con Enrico. Purtroppo giugno non è il miglior mese per vedere degli uccelli marini in quanto in pieno periodo di riproduzione. Però Enrico ci ha fatto una presentazione interessante sulle specie che si possono trovare in Liguria!

Francesco

una delle stenelle striate avvistate durante l'uscita di whale watching. Prime impressioni di Francesco

First impressions!

After the first week, we already did a survey in the sea, one opportunistic survey on the Corsara motor boat, photo ID on a previous sighting and birdwatching with expert Enrico.

The survey was great and we were at sea about 5 hours. Unfortunately, we didn’t see any bottlenose dolphin.

Even though we didn’t have a sighting it was very useful to understand how everything works in the zodiac.

On Sunday we assisted the Whale Watching staff in the Corsara. We took advantage to look for bottlenose dolphins during the first and last part of the journey. Then when we went offshore to look for whales, we saw a group of beautiful striped dolphins!

During the week, unfortunately, we didn’t go out due to the weather so we did photo ID with a sighting in May did by the previous team. What a sighting as well!

On Thursday we did birdwatching with Enrico. Unfortunately, June is not the best month to spot birds due to the nesting season. But Enrico showed a very interesting PowerPoint on the Ligurian birds!

Francesco

Imperia vista dal punto di osservazione durante il bird watching con Enrico l'ornitologo.

Delfini del Ponente compie 1 anno!

Come festeggiare al meglio il primo anno di progetto? Con un bellissimo avvistamento di un gruppetto di 8 tursiopi a pochissima distanza dalla spiaggia di Albenga. In un questa breve clip i nostri ricercatori Davide, Maria e Sara mentre raccolgono fotografie e importanti dati scientifici!

How to best celebrate the first year of the project? With a beautiful sighting of a group of 8 bottlenose dolphins, in front of the city  of Albenga. In this short clip you can see our researchers Davide, Maria and Sara while they are collecting  photos and important scientific data!

 

 

I dati…dopo le uscite!

(ENG below)

L’opportunità di osservare l’area di studio all’interno del Mar Ligure alla ricerca di tursiopi (Tursiops truncatus) dal gommone in una bella giornata è solo la metà del nostro lavoro per questo progetto di ricerca. Durante i nostri survey collezioniamo dati su barche, reti da pesca, uccelli, tartarughe e pesci che incontriamo, oltre ovviamente agli avvistamenti di mammiferi marini. Quindi una volta finito il lavoro in barca abbiamo molto da fare tornati in ufficio!

Nei giorni in cui non è possibile uscire in mare, lavoriamo in ufficio per organizzare e analizzare i dati raccolti. Trascriviamo i datasheet del survey e degli avvistamenti e ci aggiungiamo le coordinate GPS. Studiamo meticolosamente le foto dei delfini per riconoscere gli individui. Inoltre importiamo su GIS le coordinate e le date degli avvistamenti degli individui visti più frequentemente. Anche se tutto questo sembra molto semplice, ci vogliono diverse ore di lavoro al computer per essere sicuri che tutto sia fatto nel migliore dei modi.

Mettere insieme tutti i dati collezionati durante i survey è la parte più semplice e può essere fatto da noi volontari abbastanza velocemente, importando prima i punti GPS e poi trascrivendo le coordinate sul datasheet. Poi trascriviamo tutto su un foglio Excel, assicurandoci che tutto combaci. Questa è la parte più semplice.

rielaborazione dei dati in ufficioIl processo di foto identificazione è quello più tedioso, ma anche quello più gratificante, e poi diciamocelo, chi non vorrebbe guardarsi centinaia di foto di delfini? Durante ogni avvistamento, si cerca di stimare quanti individui erano presenti e i fotografi (Elena, Davide o Sara) cercano di fotografare ogni animale. La foto ideale per questo scopo è uno scatto della pinna dorsale, a fuoco e di entrambi i lati.

Questo significa che anche per gruppi piccoli possono esserci centinaia di foto; molte delle quali sfuocate o di acqua. Ce le guardiamo tutte! Prima vengono quelle non utilizzabili, le discard, visioniamo tutte le foto e spostiamo i “no” qui. Poi scegliamo un individuo e scorriamo tutte le foto per trovare tutte quelle in cui è presente, riconoscendolo da segni particolari nella pinna, come cicatrici e parti mancanti e le mettiamo tutte in una cartella. Facciamo la stessa cosa per ogni delfino e poi compariamo le foto con un catalogo già esistente per identificarli.

Ma non finisce qui! In ogni cartella di ogni individuo cerchiamo le foto migliori di entrambi i lati della pinna e tutte le foto che presentano dettagli utili del corpo (come cicatrici e altri segni particolari), la faccia e la coda. WOW!

Usiamo Qgis, un software per creare delle mappe con la posizione degli avvistamenti di ogni delfino. Usando le coordinate di ogni avvistamento possiamo visualizzare i loro spostamenti su una mappa dell’area di studio. Non vi dico neanche dell’analisi statistica!

L’utilizzo di tutte queste tecniche e strumenti, per analizzare tutti i dati raccolti durante le uscite in mare, porta ad avere delle utilissime informazioni che possono essere presentate alla comunità scientifica e al mondo. Sarà anche un duro lavoro, ma è anche divertente!

Mike

The opportunity to scan the survey area of the Ligurian sea for Tursiops truncatus from the zodiac on a sunny day is only half of what we are working on for this research project. During these surveys, we record data on boats, fishing gear, bird, turtle and fish species we encounter and of course encounters with marine mammals. Once we are done on the boat, then we have lots to do back in the office!

On the days we are not out on the water, we are working in the office to manage and analyze all the collected data. Sheets from surveys and sightings get transcribed and GPS coordinates are added. Photos of dolphins are meticulously studied to identify individuals. Dolphins that are regularly sighted have the coordinates and dates imported into our GIS software. While this may all sound very straightforward, it takes many hours of work at the computer to make sure everything is in its place.

Putting together the data collected on the most recent survey is the easiest and can be done by some motivated volunteers relatively quickly by first importing the GPS waypoints, then reading the coordinates to each other to fill out the paper forms. We then transcribe all the numbers from the sheets to the electronic data forms, making sure to match everything up. This is the easy part.

The photo Identification process is by far the most tedious, but also quite rewarding and, hey, who doesn’t want to look at hundreds of pictures of dolphins? During each dolphin sighting, it is estimated how many individuals were present and the photographer (Elena, Davide or Sara) must get photos of each one. The ideal ID photo is a full-frame for the dorsal fin in focus, one of each side. This usually means that even for a small group, there can be a few hundred photos; many of which may be blurry or out of focus or even just a shot of water. We get to go through all of them! First comes the discards, which are just completely unusable photos. We go through all the photos and move all the “no’s” here.

Next we pick one individual and go through to find all the photos that match this individual’s particular markings, in this case we look for nicks and chunks taken out of the dorsal fin, and put them in a folder. We will do this for each individual dolphin and then compare these images to the existing photo ID catalog to create a positive identification. We are not done yet! Within each folder of each dolphin, we need to save the best ID photo of each side of the dorsal fin as well as any photos that include details of the body (such as scars and other marks), the face, and the flukes. Whew!

dopo la fase in mare, è necessaria la rielaborazione dei dati raccoltiWe use GIS software to map the sightings of each dolphin using Qgis, an open source mapping program. Using the coordinates for each sighting, we are able to visualize these moments on a map of the study area along the Ligurian coast. I will not even begin on statistical analyses!

It is the utilization of all these tools to process all these data that links going out on the zodiac to survey the area to useful, presentable information that can be published to the scientific community and the world. It may be a lot of work, but it is also fun!

Mike

News dell’ultima settimana

[Eng below] Questa settimana con Costa Balenae è stata interessante. Non potendo uscire in mare abbiamo fatto tanta photo ID nei primi giorni, finalmente il tempo ha deciso di aiutarci permettendoci di uscire per vedere i cetacei…anche se loro non sapendo questo non si sono fatti avvistare! Ma non ci possiamo lamentare, infatti siamo riusciti ugualmente ad avvistare tre sule, alcune berte minori, qualche cormorano e marangone e un martin pescatore in diverse occasioni!si scruta l'orizzonte alla ricerca dei cetacei

Certo, avrei preferito vedere anche tusiopi (o qualsiasi altro cetaceo) come la settimana scorsa quandoli abbiamo incontrati; ma penso di essere stata la persona più felice sul gommone quando abbiamo incontrato qualcos’altro: un pesce luna! E’ stato il mio primo incontro con questo pesce buffo. Sapevo bene quanto fosse grande, peró sapere e vedere sono due cose differenti: è veramente grandissimo! Inoltre, quando ci siamo fermati ieri per pranzo abbiamo visto unoctenoforo che nuotava sotto la superfice. Questi invertebrati sono stupendi e misteriosi a loro modo. Non so spiegare perché, ma meduse e ctenofori da sempre rappresentano il mistero del profondo, per me.

team di sole donne!

Essendo il primo internship della mia vita, quasi tutte le cose sono “le prime” per me, ma penso che niente possa oltrepassare il primo avvistamento dei tusiopi cosí vicini che se avessi allunto un braccio avrei quasi potuto sfiorarli! Decisamente il momento che stavo sognando da tutta la mia vita :D!

P.s.: abbiamo anche lavorato due giorni di questa settimana e cosí avendo qualche soldo possiamo mangiare più gelati!=P

[Dorka]

This week was very interesting with Costa Balenae. Although in the first days we couldn’t go out to the sea so we did a lot of photo ID, at the weekend finally the weather wanted us to see cetaceans, even though the dolphins not being aware of this we couldn’t spot them, unfortunately. But! Other marine animals seemed to know about our intention to meet them, so we could see three gannets, plenty of Mediterranean shearwaters, some cormorants and a Kingfisher this latest was seen several times J .

Costa Balenae e il Progetto Delfini del Ponente

Certainly, I wanted to see bottlenose dolphins (or any other kind of cetaceans) like last week, when we spotted them, but still, I thought I was the happiest person on the Zodiac when I noticed something else: a Mola mola! It was my first encounter with this funny fish. I knew that’s a huge animal, but knowing and seeing something in real life are two different things. It’s big indeed! Additionally, when we stopped for having lunch yesterday we saw a Ctenophora swimming underneath the surface beneath our boat. It was so beautiful and somehow full of secrets. I couldn’t explain why, but for me, jellyfish and Ctenophora have always meant the mystery of depth.

il team al rientro da un'uscita

Being on the first internship in my life almost everything is „the first” for me, but I think nothing can surpass the first sighting of bottlenose dolphins so close to us if I had reached my arms I could have touched them.  That was the moment what I had been dreaming of since I was a little, innocent child 😀 !

avvistatrici in azione

In brackets: we also had a two-day job this week and so earning some money we can eat more gelati.

[Dorka]

Finalmente le divise!

Divise del Progetto di ricerca Delfini del Ponente[Eng below] Finalmente possiamo orgogliosamente dirvi che abbiamo le divise del Progetto!

Le abbiamo indossate per la prima volta sabato 14 e…abbiamo incontrato un grosso gruppo di circa 30 delfini! Che dire…non male come inaugurazione!

Ringraziamo di cuore M&S Marine Store  per aver sponsorizzato le nostre magliette e La Publiemme per averle realizzate con rapidità ed efficienza!

 

Le nostre nuove divise del progetto di ricerca

Finally we can proudly say we have a Project uniform!

We wore them for the first time on Saturday 14th, when we also

spotted a huge group of about 30 bottlenose dolphins…Not bad as an opening!

We are grateful to M&S Marine Store for sponsoring our t-shirt and to La Publiemme for making them great!

 

Le nostre Biologhe in azione alla ricerca dei delfini

Delfini del Ponente

Il nostro biologo Davide ci racconta il Progetto Delfini del Ponente!

Davide, biologist of Costa Balenae explains our Project!

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén